Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Studenti contro la Gelmini: occupato liceo

Organizzata un'autogestione pacifica di quattro giorni al Fracastoro

Alcuni studenti del liceo scientifico Fracastoro hanno occupato la sede del Saval per manifestare il loro dissenso verso i tagli della riforma Gelmini.

Tutto è cominciato la mattina di lunedì, quando un gruppo di ragazzi, invece di recarsi come consueto nella sede di via Moschini, è andato nella sede di Saval è ha proclamato l’assemblea in aula magna.

All’incontro, durato dalle 11 all’una, hanno partecipato almeno 400 dei 1300 studenti e agli altri non è stato impedito di fare lezione. L’occupazione è pacifica e chi sceglierà di andare in classe potrà farlo tranquillamente.

La protesta proseguirà fino a giovedì e già questa notte alcuni ragazzi hanno dormito in sede.

I rappresentanti dei contestatori, cha hanno preferito restare anonimi, hanno dichiarato: «Vogliamo chiarire che questa è un'iniziativa che riguarda noi studenti del Fracastoro e non ha matrice o connotazione politica.Ci siamo riuniti in un'assemblea che aveva carattere informativo: lo scopo era informarci su quanto sta accadendo nella scuola oggi e su quale futuro dobbiamo aspettarci in considerazione del fatto che il Governo intende investire sempre meno sull'istruzione. Noi non vogliamo restare a guardare le risorse che ci vengono tolte: già da una settimana stavamo pensando a una protesta e ora la cosa è partita».


Anche il preside dell’istituto Marcello Schiavo ha partecipato all’assemblea, ma non ha rilasciato commenti, preferendo aspettare le evoluzioni della manifestazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti contro la Gelmini: occupato liceo

VeronaSera è in caricamento