menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Residenza Esu di piazzale Scuro (foto Gmaps)

Residenza Esu di piazzale Scuro (foto Gmaps)

L'Esu gli revoca l'alloggio e lui dà in escandescenza. Studente condannato

Voleva rientrare a tutti i costi nella residenza studentesca. Ha danneggiato la porta del custode e minacciato con un coltello un'impiegata dell'Esu

Uno studente albanese è stato arrestato dai poliziotti delle volanti veronesi alle 9 di giovedì 3 novembre con l’accusa di resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Il giorno successivo l'autorità giudiziaria ha convalidato la misura precautelare condannandolo a 4 mesi di reclusione con il beneficio della sospensione della pena.

Gli agenti erano stati chiamati ad intervenire alla residenza dell'Esu di piazzale Scuro. Lo studente albanese, iniziali O.P., di 31 anni stava forzando la porta d’ingresso della struttura per entrarvi abusivamente, nonostante gli fosse stato revocato l'alloggio precedentemente occupato. A richiedere l’intervento dei poliziotti è stato il personale amministrativo dell’Esu, a sua volta allertato dagli studenti ospiti nell'edificio spaventati dalla furia violenta dell’albanese.

O.P. nella giornata precedente aveva anche danneggiato la porta di casa del custode della residenza studentesca, accompagnando il suo comportamento con una serie di minacce. E nel pomeriggio negli uffici dell'Esu aveva minacciato con un coltello da cucina una delle impiegate, colpendola poi con un pugno. Per questi fatti le vittime hanno dichiarato di procedere penalmente nei confronti dello studente.

La motivazione della rabbia e della violenza del 31enne sarebbe proprio la revoca dell’alloggio, provvedimento causato dalle ripetute violazioni al regolamento della struttura, dalle liti e dalle minacce di cui lo studente albanese si è reso responsabile nei confronti degli altri studenti.

Prima di essere arrestato, O.P. ha riservato agli agenti in uniforme lo stesso trattamento di violenza e minaccia, opponendo resistenza attiva in quanto continuava a prendere a calci la porta d’ingresso della residenza studentesca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento