Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Strascichi di Carnevale: vandali nelle piazze, proteste e molestie sessuali

È stata una bellissima 487^ edizione del Bacanal del Gnoco, colorata e gioiosa come sempre. Non sono però mancate alcune note stonate, a cominciare dall'abuso di bombolette schiumogene, farina e uova che ha complicato le operazioni di pulizia da parte di Amia

Una grande festa con qualche strascico, in occasione del 487° Bacanal del Gnoco a Verona. Nonostante l'encomiabile impegno profuso dagli operatori di Amia, con decine di uomini e mezzi che hanno accompagnato la grande siflata di ieri, questa mattina piazza Bra si è svegliata imbiancata. L'insolito colore assunto dai sanpietrini non è dovuto a eventi metereologici imprevisti, bensì al gran quantitativo di farina e bombolette schiumogene utilizzate durante i festeggiamenti.

Già ieri, nei brevi e concitati momenti in cui ha iniziato a piovigginare, piazza Bra era diventata una sorta di pista di pattinaggio, con il suolo reso molto scivoloso dalla combinazione acqua, farina e schiuma di carnevale. Fortunatamente non si sono registrate cadute gravi, anche perché il maltempo è stato passeggero.

Ma oltre alla sporcizia in Bra, a destare scalpore sono stati gli atti di vandalismo compiuti in piazza San Nicolò, bersagliata da gruppi di giovanotti armati di uova e farina che si sfidavano in una "guerriglia" che ha visto quale unica vera vittima la muratura della vicina chiesa. Anche in questo caso è spettato ad Amia, dalle 18.00 in poi, operare con una squadra speciale per cercare di ripristinare il decoro. Il presidente Andrea Miglioranzi ha voluto ringraziare pubblicamente tutti i dipendenti dell'azienda: "Colgo l’occasione per ringraziare i nostri operatori che con impegno e professionalità fanno si che la nostra città sia, anche in occasioni impegnative e importanti come queste, sempre pulita e decorosa”.

Qualche strascico ulteriore questa 487^ edizione del Carnevale veronese, gioiosa e colorata come sempre ad ogni modo, l'ha inoltre lasciato anche sotto il profilo dell'ordine pubblico. Una persona è stata infatti arrestata con l'accusa di violenza sessuale, dopo aver allungato le mani su alcune ragazzine durante la sfilata. Una delle vittime ha segnalato la cosa alla polizia e l'uomo, un marocchino classe '75 visibilmente ubriaco, è stato condotto in Questura dagli agenti. Infine, un'ultima nota stonata in una giornata di grande allegria, è giunta dalla polemica sollevata dai comitati storici (in particolare il Duca della Pignatta che solitamente sfilava subito dopo il Papà del Gnoco e che per protesta si è allontanato anzitempo dal corteo) contro il sorteggio applicato a tutti i carri per stabilire l'ordine della sfilata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strascichi di Carnevale: vandali nelle piazze, proteste e molestie sessuali

VeronaSera è in caricamento