Strascichi di Carnevale: vandali nelle piazze, proteste e molestie sessuali

È stata una bellissima 487^ edizione del Bacanal del Gnoco, colorata e gioiosa come sempre. Non sono però mancate alcune note stonate, a cominciare dall'abuso di bombolette schiumogene, farina e uova che ha complicato le operazioni di pulizia da parte di Amia

Una grande festa con qualche strascico, in occasione del 487° Bacanal del Gnoco a Verona. Nonostante l'encomiabile impegno profuso dagli operatori di Amia, con decine di uomini e mezzi che hanno accompagnato la grande siflata di ieri, questa mattina piazza Bra si è svegliata imbiancata. L'insolito colore assunto dai sanpietrini non è dovuto a eventi metereologici imprevisti, bensì al gran quantitativo di farina e bombolette schiumogene utilizzate durante i festeggiamenti.

Già ieri, nei brevi e concitati momenti in cui ha iniziato a piovigginare, piazza Bra era diventata una sorta di pista di pattinaggio, con il suolo reso molto scivoloso dalla combinazione acqua, farina e schiuma di carnevale. Fortunatamente non si sono registrate cadute gravi, anche perché il maltempo è stato passeggero.

Ma oltre alla sporcizia in Bra, a destare scalpore sono stati gli atti di vandalismo compiuti in piazza San Nicolò, bersagliata da gruppi di giovanotti armati di uova e farina che si sfidavano in una "guerriglia" che ha visto quale unica vera vittima la muratura della vicina chiesa. Anche in questo caso è spettato ad Amia, dalle 18.00 in poi, operare con una squadra speciale per cercare di ripristinare il decoro. Il presidente Andrea Miglioranzi ha voluto ringraziare pubblicamente tutti i dipendenti dell'azienda: "Colgo l’occasione per ringraziare i nostri operatori che con impegno e professionalità fanno si che la nostra città sia, anche in occasioni impegnative e importanti come queste, sempre pulita e decorosa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualche strascico ulteriore questa 487^ edizione del Carnevale veronese, gioiosa e colorata come sempre ad ogni modo, l'ha inoltre lasciato anche sotto il profilo dell'ordine pubblico. Una persona è stata infatti arrestata con l'accusa di violenza sessuale, dopo aver allungato le mani su alcune ragazzine durante la sfilata. Una delle vittime ha segnalato la cosa alla polizia e l'uomo, un marocchino classe '75 visibilmente ubriaco, è stato condotto in Questura dagli agenti. Infine, un'ultima nota stonata in una giornata di grande allegria, è giunta dalla polemica sollevata dai comitati storici (in particolare il Duca della Pignatta che solitamente sfilava subito dopo il Papà del Gnoco e che per protesta si è allontanato anzitempo dal corteo) contro il sorteggio applicato a tutti i carri per stabilire l'ordine della sfilata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento