rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca

Strage di Piazza della Loggia, il veronese Toffaloni rinviato a giudizio

È ritenuto il giovane che ha materialmente posizionato l'ordigno che provocò 11 morti e 102 feriti. Nel '74 era un 16enne e sarà giudicato dal tribunale per i minorenni. Prima udienza il 30 maggio

Dopo due processi nulli, il primo per difetto di domiciliazione e il secondo per mancato contraddittorio, è arrivato il rinvio a giudizio per Marco Toffaloni, l'uomo ritenuto uno degli esecutori materiali dell'attentato di Piazza della Loggia a Brescia. Il rinvio a giudizio è stato deciso ieri, 22 aprile, e segue quello dell'altro accusato, Roberto Zorzi, pronunciato dal gip di Brescia nel novembre scorso.

Per Toffaloni, il processo comincerà il 30 maggio prossimo, come riferito da Adnkronos, esattamente due giorni dopo il 50esimo anniversario della strage avvenuta il 28 maggio 1974. Strage che provocò 11 morti e 102 feriti.

Entrambi veronesi e appartenenti a gruppi della destra eversiva, Zorzi e Toffaloni avrebbero condiviso il piano che consisteva nel piazzamento di un ordigno in Piazza della Loggia, dove i sindacati avevano organizzato una manifestazione. Ordigno che sarebbe stato materialmente posizionato da Toffaloni.

Diverse le età dei due imputati all'epoca dei fatti e diversi anche i tribunali che li giudicheranno. Marco Toffaloni aveva 16 anni nel '74 e sarà quindi giudicato dal tribunale per i minorenni di Brescia. Zorzi invece era già maggiorenne e il suo processo è in corso alla corte d'assise bresciana.

Sia Zorzi che Toffaloni, infine, hanno vissuto la loro vita all'estero. Zorzi è un cittadino americano 70enne con un allevamento di cani oltreoceano. Toffaloni, invece, si è stabilito in Svizzera ed ha cambiato nome in Franco Maria Muller.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Piazza della Loggia, il veronese Toffaloni rinviato a giudizio

VeronaSera è in caricamento