menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Denunciato perché si era finto console: trovato morto in un casolare a Zevio

Alla fine di gennaio su Facebook era stato lanciato un appello per ritrovarlo. Stefano Bampa infatti era sparito dopo essere stato accusato dei reati di usurpazione di funzioni pubbliche, sostituzione di persona e possesso di segni distintivi delle forze di polizia

Era finito al centro delle cronache per essersi spacciato console onorario della Angel Foundation e "diplomatico per gli affari con Ghana", dopodiché era sparito senza lasciare traccia, tanto che su Facebook era stato lanciato un appello per ritrovarlo. 

Le ricerche di Stefano Bampa si sono però concluse in maniera tragica nella giornata di martedì, quando è stato trovato impiccato in un casolare abbandonato nel territorio di Zevio. Secondo gli inquirenti, il 32enne si sarebbe tolto la vita a causa dei suoi problemi con la legge. Bampa infatti risultava essere indagato, insieme ad altre due persone per usurpazione di funzioni pubbliche, sostituzione di persona e possesso di segni distintivi delle forze di polizia. 
Bampa, che da qualche era tenuto sotto controllo dalle forze dell'ordine proprio per la sua attività, finì definitivamente sotto la lente d'ingrandimento delle autorità, quando cercò di accreditarsi presso il tribunale di Borgo Berga a Vicenza, dove si presentò con tanto di "scorta" all'appuntamento con Alberto Rizzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento