Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Caso di stalking a Verona, marito non accetta separazione: al via terzo processo

Un quarantenne è già stato condannato due volte per aver perseguitato l'ex moglie. A luglio 2015 ha assalito di nuovo la donna e a dicembre finirà a processo per la terza volta

Continua la vicenda giudiziaria che vede coinvolto un quarentenne dell'Est Europa che non si rassegna alla separazione dalla moglie e ai termini di visita della figlia. A luglio, l'uomo aveva infranto l'ordine del tribunale che gli vietava di avvicinarsi all'ex coniuge. Lui non solo si è avvicinato, ma ha pure picchiato la donna, guadagnandosi il carcere, nel quale risiede tutt'ora.

Come riporta L'Arena, per quest'ultimo episodio di stalking e di violenza, l'uomo andrà a processo a dicembre, ma il 14 ottobre è arrivata la sentenza sul secondo processo a suo carico, relativo a fatti avvenuti a maggio. In quell'occasione, l'ex coniuge era stato tratto in arresto per aver sfondato la porta di casa della moglie, averla trascinata fuori dall'abtiazione tirandola per i capelli e per averle sferrato un pugno in faccia. Per questo attacco, il giudice ha deciso di condannarlo a due anni di reclusione.

La prima condanna era stata inflitta a febbraio e all'epoca l'accusa era solo di stalking. Dopo la separazione, l'uomo aveva iniziato a seguire l'ex moglie e la figlia, appostandosi fuori dalla sua scuola. In questo caso, l'uomo aveva patteggiato un anno e quattro mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso di stalking a Verona, marito non accetta separazione: al via terzo processo

VeronaSera è in caricamento