Stalker scappa dai domiciliari e viene arrestata in un albergo di Roma dalla Polizia

Una donna di origine moldava, costretta ai domiciliari per stalking e per aver violato il divieto di avvicinamento disposto dall'autorità giudiziaria, è stata tratta in arresto dagli agenti del Viminale per evasione

Si trovava ai domiciliari a Verona dai primi mesi di dicembre, dai quali però era evasa, ed è stata trovata in albergo posto nel centro di Roma. Si tratta di una 43enne moldava accusata di stalking e di aver violato il divieto di avvicinamento disposto dall'autorità giudiziaria: a scovarla sono stati gli agenti della polizia del commissariato del Viminale, che l'hanno rintracciata grazie al sistema "Alert" del servizio alloggiati e tratta in arresto poi nella notte per evasione. 
Già in mattinata la 43enne è stata processata per direttissima. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento