menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato nell'operazione dalla Squadra Mobile

Il materiale sequestrato nell'operazione dalla Squadra Mobile

Blitz della Squadra Mobile a Verona, sequestrati 400 grammi di eroina

Nell'operazione condotta dagli agenti della Questura, è finito in manette un uomo di origini croate. Sequestrate anche una pistola giocattolo Beretta84 priva di tappo rosso, una dose di cocaina, altre due dosi di eroina e due bilancini di precisione

Dopo aver tristemente contrassegnato alcuni anni della storia italiana, è stato registrato dalle forze dell'ordine un preoccupante ritorno da protagonistra dell'eroina sul mercato della droga. A differenza dell'uso che ne facevano i giovani negli anni '80, quando principalmente veniva iniettato, questo stupefacente oggi viene soprattutto fumato: una modalità che però ne aumenterebbe in maniera esponenziale il consumo.  
Tendenza che ha trovato ancora una volta conferma a Verona, dopo l’ennesimo blitz della Squadra Mobile della Questura.

A un mese di distanza dal sequestro di 5 chili e mezzo culminato con il fermo di indiziato di delitto di un corriere tunisino, gli uomini della Sezione per il contrasto al crimine diffuso il 18 febbraio hanno eseguito ancora un arresto per spaccio di eroina.
In manette è finito Z.G., 32enne di origini croate. La Squadra Mobile gli era addosso da qualche tempo, poi è scattato il blitz. Non poca l’eroina che sarebbe stata trovata nella sua abitazione di via Manzoni, nel quartiere Borgo Milano: quasi 400 grammi. E per arrivare a sequestrarla, gli investigatori della Questura hanno dovuto organizzarsi per sorprendere il pusher con le mani nel sacco.

Nella mattinata di giovedì, durante un appostamento, gli agenti infatti hanno notato due uomini sospetti che uscivano dallo stabile che tenevano sotto controllo: a quel punto è scattata l'irruzione all’interno dell’abitazione ritenuta dalle forze dell'ordine una possibile centrale di spaccio. 
Nella casa i poliziotti avrebbero trovato un "cliente" insieme a Z.G., cittadino croato classe 1989 con diversi precedenti penali per spaccio di droga, che nella tasca interna del giubbotto che indossiva, avebbe custodito un sacchetto in nylon con dentro 13 involucri contenenti eroina del peso complessivo di quasi 400 grammi.
È scattata così la perquisizione del monolocale, dalla quale sarebbe emersa una pistola giocattolo tipo Beretta84 priva di tappo rosso, una dose di cocaina, altre due dosi di eroina e due bilancini elettronici di precisione utili al confezionamento: tutto finito sotto sequestro. 

Z.G. è stato quindi arrestato per detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente e portato al carcere di Montorio in attesa della convalida disposta dal Sostituto Procuratore di turno Federica Ormanni. Nella mattinata di sabato, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti di Z.G. la misura della custodia cautelare in carcere.

«Vi è una sensazione diffusa tra gli addetti ai lavori che sia in atto un rallentamento del consumo di cocaina in termini di crescita del numero degli assuntori - spiega il capo della Squadra Mobile Massimo Sacco - una specie di saturazione del mercato cui i trafficanti rimediano con una diversa offerta commerciale, proponendo in vendita la sostanza che ha rappresentato un incubo per un’intera generazione, l’eroina appunto ad un costo alla portata di molti giovani che si aggira sui 35 euro al grammo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento