menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine generica

Immagine generica

Preso a sprangate in testa dal compagno di cella: detenuto in fin di vita

La brutale aggressione è avvenuta nel pomeriggio di venerdì nel carcere vicentino Del Papa, al termine di una discussione scattata tra i due uomini. Il 36enne, residente ad Arcole, è stato poi portato all'ospedale San Bortoloc

La violenza è scattata improvvisamente nel pomeriggio di venerdì nel carcere Del Papa a San Pio X, a Vicenza, dove ha avuto la peggio un cittadino marocchino di 36 anni residente ad Arcole e solamente da poco lì rinchiuso

Secondo quanto appurato da VicenzaToday, ad essere colto dal raptus è stato un detenuto palermitano che stava scontando una pena fino al 2021. A dare il via all'episodio sarebbe stata una discussione scoppiata tra i due compagni di cella intorno alle 14 e andata avanti per diverse ore, fino a quando il palermitano non ha iniziato a colpire in testa il nordafricano con la gamba spezzata di una sedia. Un'aggressione selvaggia e feroce, che è proseguita anche mentre il 36enne era a terra privo di sensi: solo l'intervento delle guardie, costrette a bloccarlo con la forza perché aggredite a loro volta dal palermitano, è riuscito a mettere fine alla violenza. 
La vittima è stata poi soccorsa dal Suem e ricoverata in fin di vita all'ospedale San Bortolo, nel reparto rianimazione in prognosi riservata con fratture craniche multiple. Per l'aggressore invece potrebbe scattare l'accusa di tentato omicidio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento