Cronaca Via Campanello

Spiagge Sicure. Venditori abusivi, camping occupati e droghe sul Garda

I carabinieri della Compagnia di Peschiera hanno effettuato un blitz all'ex camping dell'uva, che ha portato alla denuncia di 8 persone. Denunciato anche un italiano per spaccio, mentre nove stranieri sono stati sanzionati

Prosegue l’operazione Spiagge Sicure dei Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda, finalizzata alla prevenzione di reati ai danni di turisti e alla repressione dei fenomeni del commercio abusivo e dell’uso personale di sostanze stupefacenti.
Anche questo fine settimana i Carabinieri hanno svolto un controllo approfondito sulle spiagge lacustri, nel tratto compreso fra i comuni di Peschiera e Castelnuovo del Garda, riscontrando la contemporanea presenza di ragazzi nordafricani, con precedenti penali per spaccio di sostanze stupefacenti, e giovani turisti europei trovati in possesso di modiche quantità di droghe leggere, spesso consumate in abbinamento all’abuso di alcolici per ottenere l’effetto dello “sballo da spiaggia”.

Nella prima fase dell’operazione, una ventina di Carabinieri della Stazione di Peschiera del Garda e del Nucleo Radiomobile, coadiuvati dagli agenti della Polizia locale di Castelnuovo, alle prime luci del giorno hanno circondato l’ex Camping dell’Uva in località Campanello di Castelnuovo del Garda, per poi procedere a un sistematico rastrellamento che ha consentito l’identificazione di otto giovani marocchini, denunciati poiché sorpresi all’interno di alcuni bungalows in disuso e occupati abusivamente.

Proseguendo i controlli sulla costa, in località Pioppi di Peschiera del Garda sono stati sorpresi tre giovani turisti europei in possesso di alcuni grammi di sostanze stupefacenti per uso personale e un turista italiano denunciato per detenzione di droga ai fini di spaccio, in quanto trovato con addosso 25 grammi di hashish.

Sulla spiaggia di località Cappuccini di Peschiera del Garda, sono stati poi individuati nove stranieri di origine africana, di cui cinque uomini dediti al commercio abusivo di merce con marchio contraffatto e quattro donne intente a creare acconciature e treccine per capelli senza la prescritta autorizzazione.
Tutta la merce contraffatta posta in vendita ai turisti sulla spiaggia è stata sequestrata, oltre mille articoli per un valore complessivo di circa 10.000 euro, mentre a carico di nove stranieri sono state  fatte 18 contravvenzioni per violazioni amministrative, per un importo totale di 36.500 euro.

Per gli autori di reati è stato proposto il foglio di via da Peschiera e da Castelnuovo del Garda, mentre i dieci extracomunitari clandestini sono stati denunciati e a loro carico è stata avviata la procedura di allontanamento dal territorio nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge Sicure. Venditori abusivi, camping occupati e droghe sul Garda

VeronaSera è in caricamento