menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spettatori stipati come sardine e fischi, l'altra faccia del Wind Music Awards

La replica di F&P Group: "Sono stati rimborsati del costo del biglietto tutti coloro che ne hanno fatto richiesta la sera stessa"

Spettatori stipati come sardine, spintoni, servizio di sicurezza impreparato, un inizio tra i fischi: ecco l'altra faccia del Wind Music Awards.

Problemi organizzativi evidenti, persone fatte accomodare in posti già venduti. A farne le spese gli spettatori, troppi, fatti accomodare anche dietro al palco. Gente anche sui gradini e sulle uscite di sicurezza. Il servizio d'ordine ha dovuto faticare non poco per riportare la situazione alla normalità.

"La situazione per gli spettatori era di autentico disagio - spiega con disappunto E.S., una ragazza che sabato sera era in Arena per assistere allo spettacolo -. Mi trovavo dietro al palco quando è iniziato lo spettacolo. Eravamo tutti ammassati, e vicini a cavi elettrici e non credo che la nostra situazione fosse di totale sicurezza. C'era tanto malumore, si è rischiata la sommossa popolare".

Il problema è nel servizio di sicurezza, affidato agli organizzatori. "L'Arena è stata affittata dagli organizzatori del Wind Music Awards e loro era la competenza anche in materia di sicurezza" fanno sapere da Palazzo Barbieri.

"I vigili del fuoco erano presenti sabato sera in Arena, come da protocollo. Dodici uomini erano impiegati all'interno dell'anfiteatro - spiegano i pompieri scaligeri -. Quando sono state riscontrare le criticità abbiamo subito avvertito il Prefetto, che era già sul posto. Il ritardo di un'ora e mezza è stato causato dalle operazioni dei nostri uomini che hanno spostato i ragazzi che si erano posizionati davanti alle uscite di sicurezza".

Il disagio della folla, dopo un'ora e mezza di attesa era palese. "Al momento dell'inizio dello spettacolo - spiega ancora E.S. - Conti e la Incontrada sono stati accolti dai fischi".

Subito è arrivata la replica di Friends&Parters, la società milanese che ha organizzato il Wind Music Awards. "Purtroppo il disagio non era prevedibile, non sono stati venduti biglietti doppi, semplicemente il pubblico delle gradinate non numerate si è disposto più “comodamente” in alcuni settori, lasciando tra sé e gli altri spazi più ampi rispetto alla sistemazione che abitualmente si calcola su pianta - ha spiegato Ferdinando Salzano, amministratore delegato F&P Group -. Il numero di persone che hanno visto lo spettacolo a filo della linea del palco è esiguo, soprattutto rispetto alla capienza dell’Arena".

"Tengo in modo particolare a precisare - conclude Salzano - che sono stati rimborsati del costo del biglietto tutti coloro che ne hanno fatto richiesta la sera stessa".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento