Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

A Verona la spesa più conveniente d'Italia. Emerge da un'indagine di Altroconsumo

Nel capoluogo scaligero si può arrivare a risparmiare sulla spesa, fino a scendere al di sotto dei 6.000 euro annui. Secondo l'indagine della nota rivista, in nessuna altra città italiana le condizioni economiche sono così convenienti

Stando ad un'indagine di Altroconsumo su un campione considerevole di 68 città sparse sul territorio nazionale, Verona è risultata essere la città dove fare la spesa è più conveniente dal punto di vista economico. La media annuale per famiglia in Italia, secondo i dati dell'Istat, e di 6.350 euro, mentre nella città scaligera si può pensare di risparmiare fino a scendere al di sotto della soglia dei 6.000 euro annui. Per fare ciò è sufficiente scegliere quei punti venidta, e sono davverro tanti, dove le offerte su numerosissimi prodotti abbondano considerevolmente. Nessuna città italiana offre tante alternative valide, così come Verona.

Fanalino di coda della classifica è Palermo, mentre Arezzo, Firenze, Pistoia e Pisa si collocano poco dopo il capoluogo veronese. Come riferisce l'Arena, da Altroconsumo spiegano i dettagli della loro ricerca: "Abbiamo selezionato 68 città (tra capoluoghi di regione e di provincia), 909 punti vendita e 108 categorie merceologiche tra le più rappresentative della spesa delle famiglie italiane, secondo l'indagine annuale Istat sui consumi delle famiglie. Abbiamo raccolto i prezzi dei prodotti delle suddette categorie, presenti a scaffale al momento della rilevazione e li abbiamo suddivisi in tre carrelli, ovvero spesa sui prodotti di marca, spesa su prodotti più economici e infine spesa basata sui prodotti a marchio commerciale, cioè quelli col nome della catena".

Sul tema così come sempre riporta l'Arena, è poi intervenuto anche il presidente della Lega Consumatori Verona Emanuele Caobelli: "Sicuramente è un'indagine attendibile, non ho elementi per dire che la nostra sia la città più conveniente in assoluto, ma la grande offerta assicura concorrenza, le proposte commerciali sono numerose e ci sono possibilità di risparmio. Gli esperti poi ci dicono che non necessariamente il prodotto meno caro, perché non legato a un marchio importante, sia anche di minor qualità, anzi spesso il prezzo è fatto dalla componente di marketing e pubblicità. Si possono trovare prodotti pari come qualità, ma a prezzi inferiori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Verona la spesa più conveniente d'Italia. Emerge da un'indagine di Altroconsumo

VeronaSera è in caricamento