Sparito da qualche giorno, un'amica va a trovarlo a casa: era morto da tempo

Il magistrato ha deciso di disporre l'esame del corpo, per fugare ogni dubbio, ma sulla porta di casa non sono stati trovati segni di effrazione e dentro nulla fa pensare ad una possibile colluttazione

Tutto lascia pensare che il decesso sia avvenuto per cause naturali ma il magistrato, per fugare ogni dubbio, ha deciso di disporre l'esame del corpo. 
G.V., 65 anni, è stato trovato morto nella sua casa di via Umberto Maddalena al Saval da vigili del fuoco e polizia. A lanciare l'allarme è stata una signora romena che non sentiva l'amico da giorni e si è quindi recata presso gli alloggi popolari dove da tempo abitava per andare a trovarlo, ma quando ha sentito l'odore che usciva dall'abitazione ha subito capito che qualcosa non andava. 
Non c'erano segni effrazione sulla porta, che non era chiusa a chiave, e all'interno non c'erano neppure segni di colluttazione. 
La notizia della morte dell'uomo, che aveva origini toscane, si è subito sparsa nel quartiere di San Zeno, dove era solito frequentare i locali pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento