menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguimento e sparatoria, panico nel quartiere di Santa Lucia

Tre banditi a bordo di un'Audi A4 danno vita ad una caccia all'uomo da parte della polizia stradale che li inseguiva dall'autogrill Bauli posto sull'autostrada A4 in direzione Venezia

Attimi di terrore quelli vissuti nel tardo pomeriggio di ieri nel quartiere di Santa Lucia, che ha visto l'epilogo di un inseguimento della polizia stradale nei confronti di tre banditi a bordo di un'Audi A4. 

La targa dell'auto era inserita nel terminale della polizia perché risultava rubata a giugno in toscana, ma anche perché alcuni abitanti di Caprino l'avevano segnalata in relazione ad alcuni furti avvenuti nelle abitazioni della zona. 

Quando gli agenti a bordo della volante incrociano i tre malviventi sull'auto all'altezza dell'autogrill Bauli in direzione Venezia, scatta subito il tentativo di fuga e il conseguente inseguimento. I fuggitivi si dirigono a tutta velocità verso il casello di Verona sud, dal quale escono, cercando la fuga in viale del Lavoro e poi in viale Piave, ovviamente sempre a tavoletta. Gli uomini della stradale non li mollano e i banditi cercano di seminare le volanti con una folle manovra in direzione di via Albere.

Tutte le pattuglie disponibili intanto sono state allertate e la caccia a all'Audi A4 si fa sempre più intensa. L'auto viene riagganciata dagli agenti in via Mantovana, dove sfreccia a 200 km/h con le altre auto che si buttano in soste improvvisate per evitarla, mentre le persone sui marciapiedi, terrorizzate, cercano riparo all'interno di edifici e negozi. I Malviventi svoltano improvvisamente in via Girardi, cercando si seminare i poliziotti con un altro testacoda, ma oramai hanno addosso ben cinque volanti e tentano allora la fuga a piedi, prendendo tre direzioni diverse. 

Le gente per strada segue attonita e spaventata la scena che si svolge a grande velocità. Gli agenti, come da regolamento, sparano prima per aria, intimando ai banditi di fermarsi. I fuggitivi non arrestano la propria corsa e allora gli agenti mirano alle gambe. Uno viene colpito, e poco dopo verrà soccorso dal 118, gli altri due vengono presi poco dopo, la corsa è finita dentro un garage dopo aver scavalcato il cancello di un edificio.

Sull'auto dei banditi è stata ritrovata una pistola semiautomatica Beretta 7.65, con il caricatore pieno di colpi, diversi scanner per sintonizzarsi sulle frequenze utilizzate dalle forze dell'ordine, svariati arnesi per lo scasso ma nessun tipo di refurtiva. La polizia scientifica ha poi provveduto ai rilevamenti del caso per cercare ogni elemento utile. I tre banditi, di origine albanese, sono stati fotosegnalati e si sta provvedendo alla verifica dei loro documenti che però avrebbero già portato ad altre identità usate. A loro carico ci sarebbero già dei precedenti per furto e stupefacenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento