menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di capsule d'oppio, in manette un'intera famiglia

Per la cultura indiana, la vendita e il consumo di capsule di papavero è una consuetudine. I carabinieri di Verona e Vicenza li hanno scoperti in possesso di 27 chili di stupefacente

I carabinieri di San Giovanni Ilarione hanno arrestato un intero nucleo familiare indiano, composto da padre, madre e figlio, trovato in possesso di 13 mila capsule di papavero d'oppio per un peso complessivo di 27 chili.

Lo stupefacente, suddiviso in confezioni, pronte per essere smerciate tra gli appartenenti alla comunità indiana delle provincie di Verona e Vicenza, è stato rinvenuto nel corso di un'operazione antidroga in parte all'interno del call center gestito dal capofamiglia ed in parte nell'abitazione dei tre arrestati. Si tratta di uno dei più importanti sequestri di questo tipo di sostanza mai effettuato in Italia.

Per la cultura indiana, la vendita e il consumo di capsule di papavero è una consuetudine, priva di conseguenze penali. In Italia, le regole sono diverse e quelle sostanze rientrano nelle tabelle relative agli stupefacenti. Mercoledì sera per la famiglia indiana sono scattate le manette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento