rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Spaccio di eroina in piazza Brà: denunciato "il francese" e la compagna

L'ultima volta era stato fermato dalle Volanti l'8 agosto, sempre nel cuore di Verona, e nella giornata di lunedì ci sarebbe ricaduto: ad incastrarlo questa volta sarebbe stato il telefono cellulare

L'8 agosto era stato arrestato dagli uomini delle Volanti della Questura di Verona in piazza Brà, dopo essere stato sorpreso con dell'eroina e una siringa parzialmente sigillata, oltre al denaro contante. Ma L.F., veronese sulla cinquantina con origini transalpine, e per questo soprannominato "il francese", sarebbe nuovamente finito nei guai. 
Visti i suoi precedenti specifici, dopo l'episodio nei suoi confronti era stato disposto l'obbligo di presentazione alla Polizia di Stato, in attesa del processo fissato per dicembre, ma nella mattinata di lunedì, l'uomo è stato nuovamente avvistato in piazza Brà. Una volta riconosciuto, il personale delle Volanti ha deciso di intervenire e di eseguire un controllo nei suoi confronti, in quelli della sua compagna e delle altre persone che erano con loro, ipotizzando che quest'ultimi potessero essere degli acquirenti. 

Dalle verifiche infatti sarebbe emerso che le persone presenti si trovavano lì per acquistare dell'eroina dalla coppia. La perquisizione però non ha portato alla luce dello stupefacente, ma solo un centinaio di euro in banconote di piccolo taglio (ritenuto poi il frutto dell'attività illecita). A mettere nei guai i due è stato dunque il telefono cellulare, che squillava quando veniva chiamato il numero che i presenti indicavano come quello del loro rifornitore di eroina. 
Svolti dunque gli accertamenti del caso, i due sono stati denunciati in stato di libertà. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di eroina in piazza Brà: denunciato "il francese" e la compagna

VeronaSera è in caricamento