menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bastioni, lo spaccio continua. La mattina di Pasqua un arresto della polizia

È un algerino, classe '91, iniziali A.B.. È stato trovato in possesso di quasi un etto di stupefacenti tra marijuana e hashish. Tutto è partito dalla dettagliata segnalazione fornita da una cittadina

È partito tutto dalla segnalazione di una signora che la mattina di Pasqua passeggiava ai bastioni di circonvallazione Oriani, tristemente noti per essere una piazza per lo spaccio di stupefacenti a Verona. La donna si è insospettita alla vista di un cittadino extracomunitario seduto su una panchina che aveva rapidamente ceduto una bustina ad un uomo. La cittadina ha così deciso di chiamare la centrale operativa della questura, fornendo una dettagliata descrizione degli abiti indossati dallo straniero sospetto.

Gli operatori della volanti hanno raggiunto i bastioni e sono stati visti dal cittadino extracomunitario che ha lanciato qualcosa al di là della recinzione sull'argine del fossato. Sul posto è giunto in aiuto anche un altro equipaggio della polizia che ha notato un rigonfiamento sul fianco destro dello straniero. Non potendo escludere che si trattasse di un'arma o di uno strumento di effrazione, è stata decisa la perquisizione.

All'interno dei pantaloni è stato trovato e sequestrato un panetto di hashish. La ricerca degli agenti è poi proseguita vicino alla panchina dove era stato trovato il sospetto e anche in questo caso è stato ritrovato un sacchetto contenente marijuana. Infine, è stata sequestrata anche la sostanza stupefacente che il giovane aveva lanciato via, per un peso complessivo di 86 grammi di hashish e circa 8 grammi di marijuana. Nello zainetto del ragazzo perquisito è stato ritrovato un coltellino con una lama di circa 7 centimetri ancora sporca di sostanza marrone, tre telefoni cellulari e banconote di diverso taglio per un valore complessivo di 100 euro.

Il giovane è stato quindi tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Si tratta di un algerino, classe '91, le cui iniziali sono A.B.. Il ragazzo è stato trattenuto in una delle celle di sicurezza della questura, in attesa del rito per direttissima che si è svolto ieri, 18 aprile. Dopo la convalida dell'arresto, lo straniero è stato rimesso in libertà con udienza rinviata al prossimo 10 luglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento