menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora spaccio ai bastioni: arrestati due giovani del Gambia, uno "richiedente asilo"

Entrambi i ragazzi erano già stati fermati dai carabinieri nel mese di gennaio sempre per spaccio di droga ai bastioni. Uno di loro risulta essere ospite in un centro di accoglienza

In un clima già saturo di polemiche sul tema accoglienza, e in particolare circa l'ipotesi di collocare i richiedenti asilo nei pressi degli uffici immigrazione della Prefettura a San Zeno, giunge una nuova, ma tutt'altro che inedita, notizia di cronaca.

Nel pomeriggio di venerdì 3 febbraio, infatti, due ragazzi del Gambia sono stati arrestati per spaccio in concorso nei pressi dei bastioni, oltre che per detenzione di 20 grammi circa tra cocaina hashish e marijuana.

I due avevano con sè 200 euro in contanti, evidentemente provento dello spaccio. Entrambi peraltro erano già stati arrestati nel mese di gennaio e uno di loro risulta tuttora essere ospite in un centro di accoglienza, mentre l'altro lo è stato fino a una ventina di giorni fa.

Questa mattina hanno patteggiato 8 mesi e uno dei fermati è stato rimesso in libertà, mentre per il "richiedente asilo" è giunto nel frattempo un ordine di custodia cautelare in carcere, come aggravamento del divieto di dimora a Verona che già gli era stato inflitto a seguito del precedente arresto per spaccio, quindi è stato tradotto nella casa circondariale di Montorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
VeronaSera è in caricamento