Spaccio di cocaina a Verona, due fratelli in manette: in casa trovati 39mila euro

I due erano finiti sotto la lente d'ingrandimento dei carabinieri, che dopo averli pedinati e atteso il momento ideale, li hanno fermati e controllati in zona Stadio, trovandoli in possesso dello stupefacente

Il materiale sequestrato dai militari

Due fratelli, cittadini albenesi, sono finiti nella rete tesa dai carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale di Verona, di concerto con i colleghi della stazione di Verona principale: L.R. 29enne e S.R. 22enne, già noti alle forze dell'ordine ed entrambi domiciliati in città, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Da tempo i due erano tenuti d'occhio dai militari, che sabato 4 luglio hanno deciso di intervenire dopo aver avuto chiaro il modus operandi ed i movimenti di questi, che sarebbero stati soliti avvicinare i loro clienti nella zona dello Stadio. Dopo averli pedinati durante il loro tragitto, non appena sono stati sicuri che avessero con sè lo stupefacente, le forze dell'ordine hanno dato il via al controllo e alla perquisizione, che in prima battuta avrebbe permesso di recuperare circa 160 grammi di cocaina
Le verifiche si sono poi spostate nelle loro abitazioni, dove è intervenuta anche l'unità cinofila della Polizia Locale di Verona, che avrebbe permsso di scovare altri 49 grammi di cocaina. Trovati anche circa 39 mila euro in contanto, in banconote da 100, 50, 20 e 10 euro, verosimilmente frutto dell’attività illecita.
Infine, all’interno di una siepe dove spesso sarebbe stato visto armeggiare uno dei due fratelli, il cane avrebbe permesso di recuperare un involucro nascosto con altri 10 grammi di coca, destinata probabilmente allo smercio su strada.

Lo stupefacente ed il denaro sono stati sequestrati, unitamente al resto del materiale funzionale al confezionamento, ed i due fratelli condotti nel carcere di Montorio dove, nei giorni scorsi, si è svolta l’udienza di convalida del gip che, su richiesta della Procura, ha confermato le custodie cautelari in carcere, nonché il sequestro di droga e denaro.

WhatsApp Image 2020-07-09 at 18.11.36-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento