rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Si era accordato per vendere hashish ad un coetaneo, arrestato 23enne

Oltre all'hashish, il giovane è stato trovato in possesso di 4 flaconi di metadone e di 3 pastiglie a base di clonazepam, la cosiddetta "droga da sballo low cost"

Lunedì scorso, 17 gennaio, gli agenti della polizia ferroviaria di Verona hanno arrestato un ragazzo di 23 anni per aver tentato di vendere hashish ed altre sostanze stupefacenti ad un coetaneo.

I poliziotti hanno notato il giovane e l'acquirente nell'area di parcheggio della stazione riservata ai ferrovieri e si sono avvicinati per sentire di cosa stessero parlando. I due si stavano accordando per la cessione di sostanze e si sono dati appuntamento di lì a poco per lo scambio.
Al suo ritorno, il 23enne ha trovato ad attenderlo gli agenti della squadra di polizia giudiziaria compartimentale che lo hanno sottoposto ad un'approfondita perquisizione personale. Il ragazzo aveva con sé 13 grammi di hashish, 4 flaconi di metadone e 3 pastiglie a base di clonazepam, la cosiddetta "droga da sballo low cost". Tutte le sostanze sono state sequestrate ed il giovane, già gravato da precedenti specifici, è stato arrestato in flagranza per il reato di detenzione ai fini di cessione di sostanza stupefacente.

Ieri, il 23enne è stato condannato in primo grado a 6 mesi di reclusione e a 800 euro di multa con la pena detentiva sospesa temporaneamente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si era accordato per vendere hashish ad un coetaneo, arrestato 23enne

VeronaSera è in caricamento