Cronaca Centro storico / Piazza Bra

In viaggio con quattro etti di hashish, scoperti per un selfie fatto a Verona

Due cittadini marocchini di 24 e 34 anni sono stati fermati a Trento dalla locale Guardia di Finanza. Dicevano di non avere bagagli, ma nello zaino contenente la droga è stata trovata una loro foto fatta davanti all'Arena

Verona, crocevia sfortunato per due cittadini marocchini di 24 e 34 anni fermati a Trento dalla Guardia di Finanza. Ancora una volta sono stati protagonisti i cani antidroga Apiol e Nebuco, gli stessi che stessi che qualche giorno fa scoprirono un 30enne diretto a Verona con un carico di centodieci ovuli di cocaina ed eroina. I due marocchini, invece, stavano viaggiando su di un autobus low cost proveniente da Torino e diretto Monaco di Baviera con quattro chili di hashish.

Il bus era in sosta a Trento, riporta Ansa, quando è scattato il controllo dei finanzieri. L'olfatto di Apiol e Nebuco ha indirizzato i due cani verso i due stranieri a cui gli uomini delle Fiamme Gialle hanno chiesto di identificarsi. I due cittadini non avevano documenti di identità e neanche i bagagli. I cani antidroga, però, hanno trovato un'intercapedine in cui era stato nascosto uno zaino nero contenente quattro panetti di hashish. Nella zaino è stata trovato anche un selfie che i due sospetti si erano fatti davanti all'Arena di Verona. Le telecamere di videosorveglienza hanno poi confermato che i due erano stati in piazza Bra e avevano con loro lo zaino contenente lo stupefacente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In viaggio con quattro etti di hashish, scoperti per un selfie fatto a Verona

VeronaSera è in caricamento