Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Circonvallazione Pietro Maroncelli

Spaccia marijuana e hashish ai ragazzini: profugo in manette sui bastioni

Ha provato a sfuggire al controllo di una pattuglia, ma un carabiniere lo stava già tenendo d'occhio e lo ha visto mentre cercava di scappare via liberandosi della droga

Un altro colpo ai danni dello spaccio di sostanze stupefacenti è stato messo a segno nel pomeriggio di domenica dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Verona. 
Erano circa le 15 quando una pattuglia ha deciso di eseguire un controllo nella zona dei Bastioni, diventata teatro della compravendita di droga soprattutto da parte dei giovanissimi. Appena la pattuglia si è avvicinata, un soggetto ha palesemente cercato di defilarsi in mezzo al gruppo dirigendosi dalla parte opposta, dove però un altro carabiniere lo stava aspettando lungo la possibile via di fuga. Lì ha preso il via la corsa con il solito lancio di pacchetti, che i militari sono riusciti a recuperare scoprendo che contenevano 65 grammi di hashish e 15 di marijuana, in tutto 46 dosi.
J.M., classe 1995 originario del Gambia e ospitato nel centro di accoglienza Hotel Monaco, è stato bloccato alcuni istanti dopo ed arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nelle sue tasche inoltre sono stati rinvenuti 200 euro e due smartphone di ultima generazione, mentre vicino a lui c’erano tre ragazzi giovanissimi che aspettavano il loro turno per acquistare la droga. 
Il provvedimento è stato convalidato lunedì mattina, con il giudice che ha disposto nei suoi confronti l'obbligo di firma giornaliero in attesa dell'udienza che si terrà in aprile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia marijuana e hashish ai ragazzini: profugo in manette sui bastioni

VeronaSera è in caricamento