Invece di andare al Sert, spaccia eroina a Verona e finisce in manette

I carabinieri lo hanno notato nella zona di Corso Cavour e hanno iniziato a seguire le sue mosse. Quando lo hanno fermato lo hanno trovato in possesso di droga, contanti e due cellulari, scoprendo poi che era anche evaso dai domiciliari

I carabinieri di Verona in corso Cavour

Erano circa le 7 di venerdì mattina ed i carabinieri della sezione radiomobile di Verona stavano eseguendo il consueto servizio perlustrativo sul territorio, quando la loro attenzione è stata attirata da individuo, che con fare sospetto si aggirava nella zona di Corso Cavour. 
Osservandolo a debita distanza, i militari avrebbero potuto notare la serie di movimenti dell'uomo e le "soste" che faceva per vendere droga. Il presunto spacciatore ha effettuato una prima fermata in via Rosmini, dove si sarebbe incontrato con un soggetto che successivamente i carabinieri avrebbero identificato come un tossicodipendente di Verona: a quel punto il sospettato avrebbe estratto da un pacchetto di sigarette di colore rosso una dose di eroina da 1 grammo circa, furtivamente consegnata in cambio di denaro.
Procedendo lungo il suo itinerario, avrebbe fatto un'altra tappa in via Lenotti per cedere un'altra dose, pescandola sempre dal pacchetto di sigaretta estratto in precedenza. A Castelvecchio poi, all’incrocio tra via Roma e via Cavour, ha incontrato un terzo individuo al quale però non ha fatto in tempo non sarebbe riuscito a vendere la droga: è stato infatti fermato dagli uomini dell'Arma e sottoposto a perquisizione personale. Altre due dosi di stupefacente sarebbero state trovate in suo possesso, insieme a due telefoni cellulari e 865 euro in contanti. Condotto in caserma per una verifica più approfondita, altri 9 involucri di eroina di vario peso da circa un grammo ciascuno sono stati trovati in suo possesso. L'uomo inoltre, classe 1965 nato a Bussolengo e pluripregiudicato era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, con la possibilità di recarsi al Sert di bussolengo dalle 8 alle 11. Quel tempo però lo utilizzava invece per spacciare droga a Verona ed è stato dunque tratto in arresto per evasione, spaccio continuato e detenzione ai fini di spaccio.
Nella mattinata di sabato, al termine del rito direttissimo, il giudice dl tribunale di Verona ha convalidato il provvedimento e disposto la misura degli arresti domiciliari, autorizzandolo a recarsi al Sert di Bussolengo, previo avviso ai carabinieri competenti sul territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento