Cronaca San Zeno / Via Città di Nimes

Spacca il vetro dell'auto per prendere la borsa all'interno ma un testimone lo vede

Un cittadino ha allertato il 112 dopo aver assistito ad un furto nel parcheggio est della Città di Nimes, riuscendo a fornire ai carabinieri una descrizione dettagliata del malvivente

Scassina un'auto nel parcheggio est della città di Nimes per rubare una borsa, ma i carabinieri lo intercettano e gli mettono le manette ai polsi. 
B.D., classe 1995 di origini moldave, pensava probabilmente di poter agire indisturbato e lontano da occhi indiscreti ma per sua sfortuna non era così. Un cittadino che si trovava nel parcheggio ha assistito alla scena del 20enne che rompeva il finestrino per appropriarsi del prezioso contenuto dell'auto ed ha avvisato subito il 112. Al telefono l'italiano ha descritto nei minimi particolari il malvivente, così mentre gli uomini dell'Arma arrivavano sul posto, hanno potuto basare subito le proprie ricerche su un giovane caucasico esile e non troppo alto, con addosso jeans e una polo a maniche corte di colore blu, scarpe da ginnastica bianche, che si stava dirigendo verso la scarpata dei bastioni, dove si era nascosto per qualche minuto per poi risalire senza borsa in direzione di Corso Porta Nuova. 

In costante collegamento telefonico con il cittadino, i militari sono riusciti poco dopo a rintracciare sia il ladro, sia la borsa nascosta sotto un cespuglio. Così prima di rientrare in caserma con il criminale ammanettato, i carabinieri hanno potuto contattare al proprietaria dell'auto, invitandola a raggiungerli per riprendersi ciò che era suo. 
L'arrestato è stato convalidato dal giudice in mattinata e il ragazzo è stato sottoposto all'obbligo di firma giornaliero presso la caserma di San Michele Extra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacca il vetro dell'auto per prendere la borsa all'interno ma un testimone lo vede

VeronaSera è in caricamento