rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Sottoscritto il contratto di compravendita del terreno della chiera romena

La comunità rumena residente nel comune di Verona conta 8 mila persone, circa il 3 per cento della popolazione, e costituisce la prima comunità straniera in città.

È stato firmato oggi a Palazzo Barbieri il contratto di compravendita del terreno assegnato alla chiesa ortodossa romena. Il documento è stato sottoscritto dal sindaco Tosi e dal Console Generale della Romania a Trieste Radu Octavian Dobre. Presenti il rappresentante della chiesa Ortodossa romena di Verona padre Gabriel Gabor Codrea, il vicesegretario generale del ministero degli Affari Esteri della Romania Iano Steriu ed il senatore romeno Elena Serbanescu. Soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino per l’importante risultato raggiunto, che punta ad accrescere l’integrazione nella nostra città della comunità romena e moldava, mettendo a disposizione un luogo di aggregazione, da condividere con la cittadinanza veronese.

La comunità rumena residente nel comune di Verona, ha inoltre ricordato il sindaco, conta 8 mila persone, circa il 3 per cento della popolazione, e costituisce la prima comunità straniera in città. L’accordo, primo in Italia ed approvato all’unanimità dal Consiglio comunale, prevede l’alienazione di un terreno di proprietà comunale di circa 5 mila mq. situato in via Palladio, per la realizzazione di una chiesa ortodossa romena e di un centro culturale, con biblioteca, centro multimediale e sale multifunzionali, aperto a tutti i cittadini veronesi. Con la somma introitata per la cessione dell’area, 250 mila euro, saranno realizzate opere pubbliche nel territorio della terza circoscrizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottoscritto il contratto di compravendita del terreno della chiera romena

VeronaSera è in caricamento