menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
fonte Comune di San Martino Buon Albergo

fonte Comune di San Martino Buon Albergo

Sostanza tossica riversata in strada a San Martino Buon Albergo: tre intossicati

Lo sversamento di una sostanza tossica nella zona industriale di San Martino Buon Albergo ha provocato almeno tre lievi intossicazioni, ma sono molte di più le persone residenti che hanno riscontrato il problema. Sul posto la polizia, pompieri e carabinieri della Scientifica

Lo sversamento in strada di una sostanza maleodorante (un odore descritto come simile all'ammoniaca o all'aceto) e con ogni probabilità tossica, ma si attende ancora l'esatta identificazione, sta creando non poche preoccupazioni a San Martino Buon Albergo nei pressi della zona industriale.

Verso le ore 15 di oggi, venerdì 29 dicembre, un'ambulanza del 118 è stata allertata in seguito alla lieve intossicazione riportata da tre persone che avevano accidentalmente inalato la sostanza "misteriosa". Tutti e tre i soggetti hanno comunque rifiutato il ricovero in ospedale. In molti hanno sentito e visto il liquido, presumibilmente un acido. 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri della scientifica, la squadra operai del Comune, la protezione civile e i sanitari del 118, dopo che alcune persone hanno accusato dei disturbi respiratori e bruciore agli occhi. In particolare, gli uomini intervenuti, indossando le maschere protettive e prendendo tutte le opportune precauzioni del caso, stanno procedendo a mettere in sicurezza la zona, oltre che cercando di stabilire l'identità del liquido. 

Le strade interessate dallo sversamento sono via Fratelli Cervi vicino al cimitero, dove si è verificata la fuoriuscita maggiore, via Fenil Novo, via Torricelli, viale del Lavoro e via Beccaria. È stato individuato intanto il conducente del mezzo, su cui sono in corso ulteriori accertamenti.

Altre fuoriuscite di liquido sono stati notati da alcuni residenti in prossimità della rotonda dell'azienda Aia, dove in particolare è stato percepito un «odoraccio» e vista una «schiuma bianca che bruciava». Diversi passanti hanno riferito di «sentire la gola ingrossata e bruciori» subito dopo essere transitati in auto, mentre ora il traffico è stato bloccato dagli agenti con indosso le mascherine protettive. Al momento una ditta privata per il lavaggio è già all'opera e a breve dovrebbero presentarsi i tecnici di Arpav per valutare l'impatto ambientale.

Le rassicurazioni del sindaco 

«I sanitari mi hanno rassicurato, affermando che non ci sono stati malori particolari e al momento nessun cittadino risulta in osservazione - ha spiegato il sindaco Franco De Santi, arrivato pochi istanti dopo sul posto -. I vigili del fuoco stanno provvedendo alla pulizia delle strade coinvolte: la sostanza, molto probabilmente un acido, è ancora in fase di identificazione e si diluisce facilmente con l’acqua. Per questo abbiamo contattato una ditta privata che sta intervenendo con delle ulteriori autobotti, in modo da risolvere quanto prima la situazione».

Il primo cittadino infine ha annunciato l'arrivo dei tecnici di Arpav e Acque Veronesi, oltre che voluto ringraziare tutti gli uomini coinvolti nelle operazioni di pulizia e messa in sicurezza dell'area: «Siamo in attesa che giungano sul posto anche i tecnici di Arpav e di Acque Veronesi per svolgere le dovute verifiche sulla qualità dell’aria e dell’acqua. Ringrazio i vigili del fuoco e le forze dell’ordine per l’efficienza e la tempestività dimostrata. Le operazioni di pulizia continueranno ancora per alcune ore».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento