Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Sona

Perseguita la ex e morde la figlia a una gamba, arrestato 69 enne

Da sei mesi perseguita la ex convivente e il suo nuovo compagno, scontrandosi periodicamente con le autorità di Sommacampagna. Ora dovrà scontare la nuova condanna ai domiciliari a Catanzaro

Una storia di persecuzioni e ossessioni che dura da sei mesi si è conclusa, almeno per il momento, con un arresto e con un sospiro di sollievo da parte della vittima.

INCUBO CONTINUO - Tutto è iniziato il 2 agosto 2012, quando i carabinieri di Sommacampagna hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 69 di Sona, colpevole di aver perseguitato la sua ex convivente, una donna di 45 anni che aveva recentemente deciso di lasciarlo, interrompendo così la loro relazione. L'uomo è finito così agli arresti domiciliari, ma la cosa non ha assolutamente frenato il suo animo ossessivo. Appena un mese dopo, infatti, il 18 settembre, il 69 enne ha finito di nuovo per scontrarsi con i carabinieri, intervenuti questa volta in difesa di un uomo e di una donna che lo stalker perseguitava in quanto ritenuti da lui “colpevoli” di essere il nuovo compagno e l'amica del cuore della sua ex. L'uomo infatti riteneva i due responsabili della sua rottura e si stava di conseguenza vendicando ossessionandoli con minacce e ingiurie. Questa volta per il 69 enne di Sona la pena è stata il carcere.

DI NUOVO FUORI – Terminato il suo periodo dietro le sbarre, l'uomo ha immediatamente ripreso i suoi precedenti comportamenti persecutori e violenti. Vittime delle sue sgradite attenzioni sono stati ancora una volta l'ex convivente e il suo nuovo compagno. Ancora una volta la vita dei due era riempita da minacce, insulti, aggressioni e atti di vandalismo che vedevano come bersaglio le loro auto. L'ultimo di questi episodi, avvenuto il 23 febbraio, ha visto l'uomo aggredire nuovamente la sua ex, finendo per ferire anche la figlia che i due avevano avuto in comune.

DELITTO E CASTIGO – Durante l'ennesima sortita contro l'ex convivente, infatti, la bambina, una ragazzina di 10 anni che vive con la madre, vedendo il padre diventare violento e ferire la donna, era intervenuta in difesa di quest'ultima, rimediando però un morso sulla gamba. È intervenuta immediatamente sul posto una volante dei carabinieri di Sommacampagna, che, grazie alle testimonianze dei presenti, sono riusciti a catturare il 69, che nel frattempo si era dato alla fuga. Martedì 26 febbraio il Gip ha disposto per l'uomo un nuovo provvedimento di arresti domiciliari, che però questa volta l'uomo dovrà scontare a Catanzaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex e morde la figlia a una gamba, arrestato 69 enne

VeronaSera è in caricamento