Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Centro storico / Vicolo San Girolamo

Soldi della Regione ai cacciatori spesi per cibi e bevande dei rinfreschi

La segnalazione è partita da alcuni consiglieri regionali e su una parte dei fondi pubblici elargiti dal Veneto si sono concentrate le attenzioni della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti

Cacciatori (Foto di repertorio)

Si sarebbero dovuti spendere per contrastare il bracconaggio, ma sarebbero stati usati per comprare cibi e bevande per rinfreschi e buffet. Sono soldi pubblici che la Regione Veneto ha elargito ad associazioni venatorie del territorio e su cui si sono concentrate le attenzioni della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti.

Come riportato da Ansa, l'indagine è partita dalla segnalazione di alcuni consiglieri regionali ed ha portato le Fiamme Gialle hanno richiedere alla Regione gli atti sui contributi pubblici erogati nel 2018 alle associazioni dei cacciatori. Contributi che ammonterebbero a circa 262 milioni di euro e che in piccola parte sarebbero stati spesi per camprare acqua, vino, salatini e pizzette per i rinfreschi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi della Regione ai cacciatori spesi per cibi e bevande dei rinfreschi

VeronaSera è in caricamento