Ventidue nuovi vigili del fuoco si qualificano soccorritori fluviali e alluvionali

Sono ventidue i pompieri che hanno superato le prove pratiche d'esame svoltesi venerdì 14 aprile a Valstagna lungo il fiume Brenta, tra questi in tre provengono da Verona

Sono ventidue i nuovi vigili del fuoco che, venerdì 14 aprile, hanno acquisito la qualifica di soccorritori fluviali e alluvionali, avendo superato le prove pratiche d’esame a Valstagna nel fiume Brenta.

I diciannove operatori di Venezia e i tre di Verona sono stati preparati per intervenire e soccorrere in ambienti colpiti da situazioni di calamità, sapendone riconoscere i pericoli e valutarne i rischi.

La formazione, della durata di due settimane, si è svolta principalmente lungo le acque del Brenta nel suggestivo abitato di Valstagna, in provincia di Vicenza, dove da decenni si allenano gli atleti olimpici di canoa e kayak.

Durante il corso, i pompieri, hanno approfondito la conoscenza dell’ambiente fluviale, le tecniche di soccorso e autosoccorso nei corsi d’acqua e nei territori alluvionati. Sono stati affrontate lezioni di idrodinamica e idrologia, prove pratiche di nuoto controcorrente, utilizzazione del sacco da lancio, nodi e teleferiche, oltre alla conduzione di un gommone da rafting.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

Torna su
VeronaSera è in caricamento