rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Un sms solidale per donare un respiro in più ai malati di fibrosi cistica

Mandando un messaggino al 45501 si possono donare dai 2 ai 5 euro per aumentare il numero di polmoni disponibili per chi è in attesa di trapianto. All'iniziativa aderiscono i marciatori veronesi

Fino a domenica 6 marzo 2016 sarà attivo il numero solidale 45501. Con un semplice sms si possono donare dai 2 ai 5 euro da destinare alla ricerca per il miglioramento delle tecniche di trapianto polmonare.

È un'iniziativa della Lega italiana fibrosi cistica (Lifc), associazione dei familiari dei pazienti, anche quest'anno accompagnata da una parte importante del mondo sportivo italiano: Legabasket presenterà l'iniziativa su tutti i campi da gioco del campionato di Serie A - Beko, la Federazione italiana Rugby coinvolgerà gli atleti della nazionale e partecipa anche la nazionale italiana di pallavolo "Trapiantati e Dializzati Volley".

A livello locale aderisce l'Unione Marciatori Veronesi che ha dedicato al tema la manifestazione di ieri a Forette di Vigasio e dedicherà quella del 6 marzo a Lugagnano di Sona.

Lo slogan è #unrespiroinpiù per i pazienti di fibrosi cistica che costituiscono il grosso delle liste d'attesa dei trapiantandi. "Con un piccolo contributo al 45501 possiamo aumentare il numero di polmoni disponibili per il trapianto, riducendo significativamente le liste di attesa grazie alla tecnica innovativa del ricondizionamento polmonare - ha spiegato il vicepresidente Lifc Veneto Eugenio Bertolotti - Condividendo simbolicamente l’hashtag #unrespiroinpiù possiamo inoltre diffondere la sensibilizzazione sul tema della donazione di organi e testimoniare la nostra vicinanza ai pazienti in attesa di trapianto".

"La necessità di un ulteriore sforzo in questa direzione è confermata dagli ultimi dati disponibili sui trapianti - ha concluso Bertolotti - Mentre il numero di donatori è in aumento, dai 392 del 1992 ai 1.174 del 2014, i trapianti bipolmonari sono diminuiti dai 99 del 2013 ai 92 del 2014. Inoltre negli ultimi due anni gli iscritti in lista di attesa sono passati da 368 a 379 nella lista standard e da 18 a 20 nella lista pediatrica. Il ricondizionamento del polmone è una tecnica sperimentata per la prima volta proprio su malati di fibrosi cistica. Consente di recuperare, dopo opportuni trattamenti, organi scartati in prima istanza, rappresentando quindi uno strumento promettente per aumentare le chance di trapianto delle persone in attesa".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un sms solidale per donare un respiro in più ai malati di fibrosi cistica

VeronaSera è in caricamento