Cronaca Bussolengo / Piazza Vittorio Veneto

Smistavano la droga per altre regioni a Bussolengo: 4 arresti, 6 kg di coca recuperati

Un'operazione condotta dagli uomini della Squadra Mobile scaligera partita sabato sera, ha permesso di mettere le manette ai corrieri ed intermediari di un grosso giro di sostanze stupefacenti

Era un sistema apparentemente ben collaudato quello scoperto e sgominato dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Verona, che, in un’operazione svoltasi sabato, hanno individuato basisti e compratori, nonché sequestrato oltre 6 kg di cocaina.

L’indagine ha preso le mosse da una precedente attività info-investigativa grazie alla quale si era appreso che nel territorio di Bussolengo stesse fiorendo un’attività di spaccio da parte di cittadini albanesi, concentrata nel weekend. Sabato mattina, quindi, è stato predisposto uno servizio specifico di osservazione focalizzato sulle strade di accesso al comune che, dopo non molto, ha dato i suoi frutti. Gli investigatori, nella prima mattina, hanno notato una Volvo S80 sostare in modo sospetto presso un distributore. A bordo un cittadino albanese non del luogo, residente infatti a San Giovanni Valdarno. Seguendo la Volvo hanno così scoperto il sistema di consegna studiato dai trafficanti. L’acquirente esterno, presi contatti con il trafficante di Bussolengo, gli ha consegnato la propria auto di modo che quest’ultimo, da solo, si potesse recare presso un garage di una palazzina nella zona dove poi effettuare il carico della droga. Dopo essere scomparso all’interno della basculante del garage, il trafficante è infatti ricomparso dopo poche decine di minuti, tornando poi dall’altro albanese per riconsegnargli l’auto, questa volta “carica”.

Mentre gli accertamenti sugli spostamenti del trafficante erano ancora in corso, si è ripetuto lo stesso copione. A bordo di una VW Polo, un altro cittadino albanese, proveniente questa volta da Rapallo, ha incontrato il trafficante del luogo e si sono ripetuti gli stessi movimenti: cambio di auto, carico della merce presso i garage della palazzina, riconsegna dell’auto.

A quel punto sono scattati i controlli e la Volvo e la Polo sono state fermate. Su entrambe erano trasportati degli involucri contenenti oltre un chilo di eroina, avvolti in calzettoni di spugna. Una volta sequestrate le auto e fermati i conducenti, gli investigatori si sono concentrati sul trafficante, fermato nei pressi di un parcheggio, e della palazzina dove doveva essere nascosta la droga. Con un mazzo di chiavi trovato nella sua macchina, i poliziotti sono riusciti ad accedere proprio alla basculante del garage dove lo avevano visto infilarsi prima e da lì hanno individuato, fra i molti, una cantina la cui serratura combaciava con una delle chiavi rinvenute. Al suo interno i poliziotti hanno trovato la cocaina che ancora non era stata ceduta, sempre divisa in panetti avvolti in calzettoni di spugna, per un totale finale complessivo di oltre 6 kg.

A finire in manette, quindi, sono stati il trafficante di stanza a Bussolengo, H.B., 36enne albanese, il compratore dalla Toscana, M.E., 26enne albanese, ed il compratore dalla Liguria, 26enne albanese. Arrestato insieme a loro anche il proprietario della cantina dove è stata rinvenuta la cocaina, P.S., autotrasportatore serbo da anni residente in Italia, nel cui appartamento sono stati trovati oltre 4.000 euro in contanti mentre altri 6.000 erano addosso al trafficante quando è stato fermato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smistavano la droga per altre regioni a Bussolengo: 4 arresti, 6 kg di coca recuperati

VeronaSera è in caricamento