Cronaca Stadio / Via Stadio

Banda di romeni sorpresa a vendere smartphone clonati allo Stadio

Agenti della Municipale di pattuglia in borghese soprendono tre cittadini romeni che stava cercando di piazzare nove cellulari contraffatti ai passanti: denunciati e liberati. Merce sequestrata

Sorpresi da agenti in borghese a vendere nove smartphone clonati al mercato in zona Stadio. Con l'accusa di vendita di prodotti contraffatti sono stati denunciati tre cittadini di origine romena, due uomini di 32 e 27 anni e una donna di 32. Agenti della polizia municipale erano intervenuti stamattina per alcuni giri di pattuglia in abiti civili quando si erano imbattuti nel terzetto che cercava di piazzare i prodotti ai passanti. Secondo quando appreso, il prezzo variava tra i 50 e i 100 euro l’uno, un quarto del loro valore in negozio. Gli smartphone, Samsung Galaxy S3 e S4 apparentemente nuovi, senza confezioni o libretto d’istruzioni, corredati unicamente del carica batterie, sono risultati veri e propri cloni dei prodotti ufficiali. Accompagnati al Comando per accertamenti, i tre, tutti residenti in Campania, sono stati fotosegnalati e denunciati in stato di libertà. I nove apparecchi sono stati posti sotto sequestro a disposizione della magistratura.

La polizia municipale ha accertato che questi telefoni, apparentemente uguali agli originali, sono in realtà cloni, con minori prestazioni e funzionalità, senza alcuna garanzia sul trattamento di dati e informazioni personali. L’invito ai cittadini è perciò quello di prestare la massima attenzione, evitando di acquistare articoli al di fuori di circuiti in grado di garantire assistenza in caso di necessità.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di romeni sorpresa a vendere smartphone clonati allo Stadio

VeronaSera è in caricamento