Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Smaltimento e deposito di liquami: nei guai un allevatore di Grezzana

Secondo i carabinieri forestali, i reflui sarebbero lentamente filtrati sul suolo e nel sottosuolo, di matrice calcarea e vulnerabile ai nitrati: ora rischia l'arresto e una pesante ammenda

Immagine di repertorio

Sono intervenuti nella mattinata di martedì gli uomini della stazione carabinieri forestale di Verona, insieme ai colleghi di Grezzana, per eseguire un sequestro preventivo disposto dal gip del tribunale di Verona, il dottor Marzio Bruno Guidorizzi, nei confronti di R.A., un allevatore di bovini da latte operante nello stesso comune veronese. Al centro del provvedimento numerosi terreni da pascolo, per un totale di circa 3 ettari: secondo i militari infatti, contro ogni buona pratica agricola, su quei prati l'uomo avrebbe svolto un'attività di smaltimento e deposito incontrollato di grandi quantità di liquami, i cui reflui in diversi casi sarebbero lentamente filtrati (percolazione) sul suolo e nel sottosuolo, di matrice calcarea e vulnerabile ai nitrati. 

I reati contestati in più occasioni all'allevatore, dall’aprile 2017 ad oggi e tuttora in corso, sono previsti dal Testo Unico Ambientale (D. Lgs. 152/2006), articoli 255 e 256, relativi al trasporto, al deposito incontrollato e allo smaltimento di rifiuti senza autorizzazione: per tali violazioni, le pene possono comportare l'arresto da tre mesi ad un anno, o un'ammenda fino a 26 mila euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltimento e deposito di liquami: nei guai un allevatore di Grezzana

VeronaSera è in caricamento