Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Slitta la rivoluzione degli autobus cittadini

In Borgo Venezia il nuovo piano dellAtv prevede pi corse

Slitta la rivoluzione degli autobus cittadini

Doveva essere la rivoluzione d’ottobre del trasporto pubblico cittadino, nel senso che già da ottobre i cambiamenti dovevano essere effettivi. In realtà tutto è slittato di qualche mese ed ora si parla di gennaio 2010.

Date a parte, comunque, è certo che il piano di razionalizzazione dell’Atv (Azienda Trasporti Verona) coinvolgerà in pieno anche Borgo Venezia. Sono molte le variazioni che riguarderanno i collegamenti del quartiere con il centro città. Anzitutto ci sarà un aumento nel numero di corse e linee, in particolare per quanto riguarda la zona di via colonnello Fincato. A dirlo è stato l’assessore alla Mobilità Enrico Corsi in sede di presentazione del piano presentato da Atv. è stata prevista anche una maggior frequenza delle corse serali.

Inoltre sarà istituita una corsia preferenziale per gli autobus in via Barana, nel tratto che conduce fino a Porta Vescovo. Sempre riguardo a Porta Vescovo, da segnalare il tentativo di valorizzare il parcheggio scambiatore istituendo un servizio di bus navetta per il centro ogni 10 minuti (la stessa cosa verrà fatta anche per gli altri parcheggi della cintura urbana). Grosse novità sono previste anche sui percorsi che collegano Borgo Venezia con il centro città. In particolare verrà installata una telecamera in via Carducci, così da multare gli automobilisti che da Piazza Isolo girano in direzione della galleria sotto le Torricelle, invadendo la corsia riservata ai mezzi pubblici. Altra telecamera sarà piazzata in via XX settembre, sempre a tutela della corsia preferenziale per gli autobus.


Altre novità arriveranno dal fronte dell’integrazione fra trasporti urbani ed extraurbani. Il presidente Atv Gianluigi Soardi ha infatti sottolineato che l’azienda, dopo aver completato l’integrazione sulle tratte per San Giovanni Lupatoto e Castel d’Azzano, procederà con i Comuni della prima cintura, tra cui Grezzana. Tra le ipotesi al vaglio, quindi, l’estensione del percorso di alcune linee urbane che attualmente si fermano in Borgo Venezia e a Marzana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slitta la rivoluzione degli autobus cittadini

VeronaSera è in caricamento