Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Legnago / Piazza Garibaldi

Musulmani in piazza con un sit in in ricordo delle vittime degli attentati di Parigi

L'associazione Al Wifaq, che rappresenta gli 800 musulmani, quasi tutti originari del Marocco, residenti nel Comune di Legnago, ha organizzato la manifestazione per le ore 17 di domenica 22 novembre in piazza Garibaldi

Domenica 22 novembre, a partire dalle ore 17, si terrà in piazza Garibaldi a Legnago un sit in a sostegno della popolazione francese, vittima degli attenti rivendicati dall'Isis. Come affermato su L'Arena però, a manifestare sarà l'associazione Al Wifaq, che rappresenta gli 800 musulmani, quasi tutti originari del Marocco, residenti nel Comune della Bassa Veronese. Negli ultimi tempi Al Wifaq era finito nell'occhio del ciclone per l'intezione di costruire un centro culturale islamico in via della Repubblica. 
Intanto però la distribuzione di volantini per il paese è già iniziata e presto verranno anche consegnati nelle cassette delle lettere, per convincere gli abitanti ad aderire all'iniziativa. 

Badr Stitou, segretario di Al Wifaq, ha affermato al giornalista del giornale scaligero: "Il nostro invito all'adesione è rivolto principalmente ai residenti di Legnago. Se poi, attraverso il tam-tam, si aggiungeranno altre persone dei paesi limitrofi saranno le benvenute. A quanti vorranno far parte all'iniziativa chiediamo di presentarsi con un nastro bianco e, se lo vorranno, una candela in mano. Sarà un sit-in dove a momenti di silenzio saranno alternate riflessioni e testimonianze. Abbiamo rivolto il nostro appello a tutte le famiglie residenti potranno venire giovani, anziani, padri, madri e bambini. Le persone dimenticano che il numero più alto di vittime causato dagli attentati terroristici dell'Isis è proprio tra i fedeli musulmani. Per questo, durante la serata, richiameremo un versetto del Corano che riporta il precetto secondo cui chi uccide un uomo innocente è come se uccidesse l'umanità intera". Stitou spera in un grande afflusso di persone che mostrino la propria solidarietà al popolo francese e a tutti coloro che sono stati costretti a subire la violenza del fondamentalismo. Per il momento non sarebbe prevista la presenza delle autorità, mentre le bandiere della Francia, dell'Italia, dell'Unione Europea e del Regno del Marocco, verranno messe una accanto all'altra. 
"Quella contro gli atti criminosi è una causa che riguarda tutti, non è una questione religiosa come invece i detrattori vorrebbero far credere - ha concluso il segretario di Al Wifaq - Domenica a Legnago scenderemo in piazza per portare la nostra testimonianza e per essere vicini in questi momenti tragici al popolo francese, che venerdì scorso è stato colpito duramente nei suoi ideali di libertà, fraternità e uguaglianza". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musulmani in piazza con un sit in in ricordo delle vittime degli attentati di Parigi

VeronaSera è in caricamento