menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordinanza anti pipì dei cani. Il sindaco di Torri: "Basta un po' d'acqua"

Dopo l'ordinanza con cui ha chiesto ai padroni di cani di pulire anche l'urina dei propri animali, Stefano Nicotra spiega: "Rispettiamo il centro storico con il semplice buon senso"

"Senza alimentare inutili polemiche, posso chiarire che nell’ordinanza che riguarda la gestione dei cani nel centro storico di Torri del Benaco, quando c’è scritto di pulire il suolo dove gli amici a quattro zampe hanno fatto pipì, è sufficiente ripulire con dell’acqua che si può portare in una bottiglietta. Chi possiede un cane lo sa: è ciò che fa qualsiasi buon padrone e l’unico modo per pulire per terra. Gli altri metodi, pur fantasiosi, che sono stati proposti non li avevamo nemmeno presi in considerazione, ovviamente".

Due polemiche in pochi giorni, due repliche del sindaco di Torri del Benaco Stefano Nicotra, che dopo aver detto la sua sul Festival Boreal dell'estrema destra europea, interviene anche sulle polemiche che hanno seguito la sua ordinanza, con cui chiede ai padroni di cani di pulire anche l'urina fatta dagli amici a quattro zampe sul suolo pubblico. "Torri del Benaco è un paese che accoglie volentieri gli amanti dei cani - ha aggiunto Nicotra - lo dimostra il fatto che da due anni ospitiamo il raduno nazionale dei Jack Russel, grazie all’impegno del presidente dell’associazione Mirko Tomasetto. Ma allo stesso tempo Torri è un paese turistico e l’amministrazione è chiamata a tutelarne il centro storico, visitato da migliaia di persone. Il senso dell’ordinanza nasce da questa esigenza e dal fatto che residenti, commercianti e albergatori, talvolta, si sono lamentati del comportamento maleducato di chi possiede un amico a quattro zampe, non certo dei cani".

E ai cittadini arrabbiati, il sindaco di Torri del Benaco risponde così: "Noi, come amministrazione, ci stiamo già attrezzando per dotare il paese di distributori e dispenser di sacchetti per cani: perciò, non perdiamoci in una bottiglietta d’acqua. Rispettiamo il centro storico, chi ci vive e chi lo frequenta, con il semplice buon senso. Basta un po’ di collaborazione e di senso civico. E una bottiglia d’acqua come rimedio alla pipì e alle polemiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento