menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Bari ci "scippa" il mito dell'amore: "Giulietta e Romeo mai esistiti"

Tra il serio e il faceto il sindaco di Bari Antonio de Caro ha rivendicato per la sua città il diritto di essere la "città dell'amore" in nome di una storia tra due innamorati realmente esistiti

Antonio De Caro, sindaco di Bari e Presidente dell'Anci è stato ospite di Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. De Caro ha spiegato che a suo modo di vedere la vera città dell'amore non sarebbe Verona, bensì quella di cui lui è il primo cittadino: “Bari è una città bellissima, ed è la città dell'amore”. La città dell'amore? “Si, per una vecchia storia di due innamorati, Nicola e Marietta”. Un po' tipo Giulietta e Romeo a Verona. “Giuletta e Romeo sono un'opera di Shakespeare - ha detto a Un Giorno da Pecora De Caro -, mentre Nicola e Marietta esistevano veramente”.

a. de caro ugdp radio1

Lei è mai stato a Verona per vedere la celebre casa degli innamorati? “Si, una volta ho accompagnato lì mia figlia, che doveva vedere un concerto degli One Direction. E siamo andati a vedere il balcone in questione”. Com'è andata?Sono arrivato lì e c'era un balcone veramente, costa 5 euro per fare la foto ed il pacchetto completo costa 6.50 euro. Ho pagato, ma mi sono sentito un po' preso in giro. Non sapevo come spiegare a mia figlia che i due non sono mai esistiti. Ma questo succede in molte città....” Per esempio, dove? “A Firenze. Siete mai stati alla Casa di Dante? C'è scritto che era la sua casa e che Dante si affacciava da una finestra per vedere Beatrice che andava in chiesa”. Mentre non è così? “Poi apri la guida è c'è scritto che quella non è la casa di Dante...Però ti fanno pagare 5 euro”.

Viene da sorridere, certo, alle parole di De Caro, che si vuol sperare non faccia poi troppo sul serio, al quale è forse bene ricordare che in ciascuna città esistono da sempre innumerevoli coppie d'innamorati reali, ma di Shakespeare ne è esistito uno soltanto. La differenza in fondo sta tutta qui, nella capacità dell'arte di rendere leggendario ciò che di per sé non lo è affatto. E con l'auspicio che un nuovo grande poeta possa nascere e dare vita a un dramma degno di "Romeo e Giulietta" ambientato a Bari con protagonisti "Nicola e Marietta", vale forse la pena di svelare al sindaco pugliese che, a Verona, nella casa dei Capuleti, persino il balcone non è un balcone, bensì un sarcofago medievale. Ma questo ai bambini è probabilmente meglio continuare a non dirlo...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento