menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buste sospette nelle sedi di Equitalia. Sindacati: "Il presidente si dimetta"

I lavoratori non si sentono tutelati da una classe politica che usa Equitalia per fini elettorali e dal presidente Ernesto Maria Ruffini la cui difesa non va oltre le dichiarazioni di solidarietà

"Della solidarietà non sappiamo più che farcene, devono ?nire le ambiguità della politica e dell'azienda".

Parlano così i lavoratori di Equitalia rappresentati dai coordinamenti regionali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Si sentono sotto attacco dopo l'invio in alcune sedi di Equitalia di buste sospette che hanno richiesto l'intervento nucleo batteriologico chimico radioattivo dei vigili del fuoco. In un caso la busta era stata spedita da Verona, mentre proprio ieri mattina, 4 novembre, una busta è stata proprio recapitata nella sede scaligera. Attacchi che fanno seguito, secondo i sindacati, a quelli della politica che "utilizza Equitalia per raccattare qualche voto in più". 

"Il governo che attacca Equitalia, anch'esso a caccia di consensi, come se Equitalia non agisse sulla base di norme ?ssate dal legislatore - scrivono i rappresentanti dei lavoratori - dimostra una vigliaccheria che non ci si aspetta da chi deve guidare il paese. L'amministratore delegato e presidente di Equitalia Ernesto Maria Ruf?ni non esprime una singola opinione neanche quando il presidente del consiglio dichiara, mentendo, che se non paghi una multa da 100 euro diventa subito di 1000 o quando giornalmente alimenta focolai di odio. Nel frattempo uomini e donne che operano secondo le indicazioni che la stessa politica fornisce continuano a subire attacchi, insulti e attentati. Ruffini dimostra un'imbarazzante mancanza di autonomia a danno dei lavoratori dell'azienda che dirige e che dovrebbero essere la sua prima preoccupazione. Chiediamo pertanto le sue immediate dimissioni perché, indipendentemente dalla bontà o meno delle norme che regolano l'attività del soggetto riscossore, non è tollerabile che i lavoratori e le lavoratrici debbano difendersi da soli in un momento in cui sono gettati in pasto alla pancia del paese". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento