menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contrabbandieri scoperti tentano di corrompere la polizia, arrestati

Due cittadini moldavi sono stati fermati con 19 chilogrammi di sigarette illegali. Hanno provato a girare una mazzetta agli agenti

Scovano due contrabandieri e questi provano a corromperli con una mazzetta. È questo, in poche parole, il racconto della serata di una pattuglia della polizia. 

I CONTROLLI Nella serata di ieri, verso le 19, la volante si trovava in borgo Milano per un’attività di prevenzione finalizzata all’identificazione di pe rsone sospette: in via Galvani, gli operatori hanno notato un furgone Mercedes Sprinter portoghese, con targa temporanea, con a bordo due uomini. Il furgone viene fermato dagli operatori in via Quarto Ponte. Gli occupanti sono due cittadini moldavi classe ’67 e ‘70, incensurati: il primo senza fissa dimora, ma in possesso di visto di ingresso di 90 giorni ancora valido, mentre il secondo in possesso di regolare permesso di soggiorno rilasciato a Padova dove, secondo le sue dichiarazioni, si trova il suo domicilio. Il furgone non appare rubato.

LA SVOLTA - Tutto faceva pensare ad un controllo con esito negativo, ma i due operatori hanno notato che l’atteggiamento degli occupanti era tutt’altro che rilassato, per cui decidono di approfondire il controllo. Nel vano retrostante i sedili anteriori sono stati così notati 3 sacchi neri, tutti contenenti stecche di sigarette.

LA CORRUZIONE - Il controllo raggiunge i limiti del paradosso quando uno dei due occupanti, vistosi orami scoperto, inizia a tentare di corrompere gli operatori proferendo frasi del tipo: “Dai amico non chiamare la finanza, dimmi quanto vuoi e facciamo che è tutto a posto”. I poliziotti a questo punto chiamano in ausilio i colleghi della Guardia di Finanza, competenti in via esclusiva in questa materia, i quali provvedono al sequestro penale del veicolo e a quello della merce di contrabbando. La collaborazione tra polizia e guardia di finanza prosegue negli uffici della Questura, dove i 2 soggetti sono stati sottoposti a rilievi identificativi e dove si è proceduto al conteggio delle sigarette di contrabbando, 19 chili in totale. Per i due cittadini moldavi, è scattata la denuncia a piede libero per il reato di contrabbando di tabacchi, mentre per uno solo dei due è scattata anche la denuncia per il reato di istigazione alla corruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento