rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

"Siete piagnoni e ignoranti", il dissenso viaggia nel web

Su Facebook iniziative a favore degli alluvionati, ma c' chi si schiera contro gli aiuti

Anche la Rete si è attivata in questi giorni per portare aiuto ai Comuni alluvionati. Richieste e offerte di soccorso si rincorrono di minuto in minuto, anche se ora la situazione appare più stabilizzata rispetto a una settimana fa. Il 5 novembre è stata creata una pagina su Facebook per creare uno spazio, virtuale, di coordinamento per tutte le iniziative di sostegno e di solidarietà. "Non intendiamo essere collegati a discorsi che inneggiano a violenza e discriminazione, di qualsiasi natura politica, religiosa, razziale - spiegano i gestori della pagina - Noi siamo per la solidarietà e l'aiuto verso il prossimo, e questi non hanno colore, fede politica, religione o razza".

Ma come sempre c'è chi ironizza. E pesantemente. L'amministratore della pagina "Veneto alluvionato, Veneto fortunato", commenta: "Se potessero i veneti trasferirebbero tutto il loro "prezioso" territorio in Trentino per godere dei privilegi di regione a statuto speciale: ricchi, piagnoni, ignoranti, incoerenti e invidiosi ed ora anche alluvionati". Stando ai commenti degli utenti, però, questa posizione non sta raccogliendo molti adepti. Anche se i fan della pagina superano il migliaio.

C'è chi la butta in politica, come i gestori della pagina "Alluvione Veneto: 15 anni di governo Lega PDL non sono bastati", o si scaglia contro il circuito dei media nazionali, colpevoli di non avere coperto "a dovere" la situazione disastrosa in cui il padovano, vicentino e veronese si sono, loro malgrado, trovati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siete piagnoni e ignoranti", il dissenso viaggia nel web

VeronaSera è in caricamento