Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Caprino Veronese / Strada Provinciale 8

Fiaccolata per la messa in sicurezza della "linea". Servono rotonde e autovelox

A Caprino l'altra sera si è svolta nel silenzio rispettoso delle tante vittime una fiaccolata per promuovere la messa in sicurezza della strada provinciale 8, lungo la quale si sono verificati troppi incidenti mortali

Sono stati tanti, troppi, gli incidenti accorsi nell’ultimo periodo lungo la strada provinciale 8 nei pressi di Caprino. Nel’ordine, l’ultimo da registrare quello del 17 luglio, quando a perdere la vita è stato Marco Tonini, di 29 anni, deceduto il giorno seguente. A marzo era stata la volta di Marta Trevisani che di anni ne aveva dieci di meno e proveniva da Spiazzi, mentre nel 2011 a perdere la vita era stata Barbara Sacchetti, 35enne di Costermano. Decisamente troppe le tragedie stradali verificatesi sulla “linea”, così viene chiamata la strada in questione da chi la conosce fin troppo bene, per poter tollerare ulteriormente la situazione.

Così ne è nato un comitato dal nome “Vogliamo la Prov. 8 linea finalmente sicura”, sostenuto da Mariangela Bozzi, Alessia Zorzi, Arianna Vesentini e Erica Sandri, con l’intento di promuovere la messa in sicurezza di una strada dove troppe vite umane si sono spente. L’altra sera è andata in scena una partecipatissima fiaccolata dimostrativa, proprio per sensibilizzare e coinvolgere le autorità, affinché prendano in merito delle decisioni importanti. Almeno mille persone si sono ritrovate davanti al cimitero dove la manifestazione a preso il via, nel silenzio rispettoso delle tante vittime passate, accompagnato dalla tenue luce di lumini e fiaccole. Presenti diversi familiari di quei ragazzi e ragazze che ora non ci sono più, ma anche tanti cittadini non residenti a Caprino. Vi erano poi il sindaco di Costermano Stefano Passarini e il suo vice Salvetti, così come per Caprino il sindaco Paola Arduini, accompagnata dagli assessori alla sicurezza Roberto Franceschetti, e al sociale Irene Armani.

A sfilare insieme a tutti i presenti, anche il presidente della Provincia Antonio Pastorello, il quale come riporta l’Arena, ha dichiarato: “Oggi abbiamo concordato con l'amministrazione di istituire divieti sulla strada provinciale 8. Aspettiamo dalla Prefettura l'autorizzazione affinché il Comune possa istallare autovelox che sono un deterrente all'alta velocità”. Misure importanti, ma forse non sufficienti. E allora ecco che sul tema è intervenuto anche il sindaco di Costermano Passarini, il quale come riferito dall’Arena, ha ricordato che “la strada va messa in sicurezza e una maggiore sicurezza si può ottenere con rotonde agli incroci. Considerate le difficoltà economiche della Provincia, promuoveremo come sindaci un tavolo di lavoro tra Comuni, Provincia e Regione per trovare risorse per gli interventi necessari a rendere più sicura la linea”.

Dopo la fiaccolata dell’altra sera, il prossimo appuntamento è fissato per mercoledì 5 agosto alle 21.00, presso il Cinema Teatro Nuovo, quando si terrà un’assemblea pubblica per affrontare la questione e provare a risolverla tutti insieme. In quell’occasione sarà atteso anche il dirigente dell'area manutenzione patrimonio edilizio e rete viaria provinciale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata per la messa in sicurezza della "linea". Servono rotonde e autovelox

VeronaSera è in caricamento