Sicurezza, droga e immigrati. Più controlli su treni e binari durante il Ponte

Il livello di attenzione degli agenti della Polfer scaligera è aumentato nel periodo dal 20 aprile al 1 maggio, per garantire un vacanza sicura ai viaggiatori che in quei giorni hanno deciso di spostarsi in treno

Il Compartimento Polfer per Verona ed il Trentino Alto Adige, in occasione del lungo ponte di primavera, ha intensificato i servizi di prevenzione e di vigilanza per garantire un esodo sicuro ai numerosi vacanzieri che hanno scelto il treno come mezzo di trasporto, così come stabilito dalle disposizioni ministeriali. 
Gli agenti della Polizia Ferroviaria di Verona, dal 20 aprile al 1 maggio, hanno complessivamente identificato 804 soggetti, di cui 390 stranieri e controllato 18 autovetture. Tra queste, una persona è stata tratta in arresto per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale, mentre altre 9 sono state denunciate in stato di libertà. 

Particolare attenzione è stata poi riservata al controllo dei binari, al fine di contrastare lo svolgimento di attività illecite. Le verifiche su viaggiatori e valigie, anche presso il deposito bagagli della stazione, si è svolto infatti con l’ausilio dei metal detector.
Nello stesso periodo, in collaborazione con le unità cinofile della Guardia di Finanza, è stato attuato un piano di contrasto ai reati legati al mondo degli stupefacenti, nel corso del quale sono state eseguite perquisizioni personali che hanno condotto al sequestro di alcune dosi di cannabis.

L’attività di prevenzione e controllo si è svolta in tutte le province di competenza, da Verona al Brennero con una particolare attenzione oltre che alla città di Verona, a quella di Bolzano, punto nevralgico per il contrasto del fenomeno dell’immigrazione clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento