Siccità, scintille tra Veneto e Trento. Le piogge non guariscono l'Adige

Acceso scambio di parole tra l'assessore trentino Gilmozzi e quello veneto Bottacin per il rilascio a monte di acqua dagli invasi al ritmo di 80 metri cubi al secondo

Non è la fine di una collaborazione necessaria per la gestione di un'emergenza oggettiva, ma è la dimostrazione che il problema della siccità è tutt'altro che risolto. Le piogge di questa primavera hanno alleviato il peso che però ancora grava in Trentino e in Veneto, perché il livello dell'Adige è sempre preoccupante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È stato acceso lo scambio di parole tra i due assessori Italo Gilmozzi e Giampaolo Bottacin, il primo della provincia autonoma di Trento e il secondo della Regione Veneto. Per aiutare il Veneto, dal Trentino è stata rilasciata acqua dagli invasi al ritmo di 80 metri cubi al secondo. Ma la solidarietà ha un limite e a Trento pare non siano giunte voci di grossi miglioramenti in terra veneta. "I grafici certificati dimostrano che la portata nell'Adige a Boara Pisani, dove era stato chiuso l'acquedotto, è salita da 20 a 110 metri cubi al secondo - ha replicato Bottacin tramite Ansa - Noi questo inverno, quando non c'era neve abbiamo tirato la cinghia, imponendo ai gestori di non usare tutta l'acqua dei bacini per l'energia. Non risulta che a Trento abbiano fatto altrettanto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento