rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Si tocca davanti ai bimbi in spiaggia, arrestato

Lazise, turista svizzero in manette. "Per me normale. Quando li vedo perdo la testa"

“Divieto assoluto di dimora in tutti i comuni della provincia di Verona confinanti con il lago, con particolare riferimento a Malcesine, Bardolino, Garda, Peschiera, Castelnuovo, Lazise, Torri del Benaco e Brenzone”. Questa la disposizione del Tribunale emessa nei confronti di Ernst Landolt, 44enne cittadino svizzero, accusato di atti osceni in luogo pubblico.

La vicenda risale a due giorni fa, alle due del pomeriggio, nel plateatico del ristorante “Riva Est” in località Bosca di Lazise. L’uomo, turista del cantone tedesco alloggiato in un campeggio poco distante, dopo aver ordinato un aperitivo al bar del locale, si era seduto nell’area esterna, a fronte spiaggia e, dopo alcuni minuti, aveva cominciato a toccarsi furiosamente le parti intime in presenza di bambini e madri di famiglia. E’ stata la stessa titolare ad allertare i carabinieri dopo aver ricevuto le lamentele degli ospiti del ristorante che hanno cominciato ad abbandonare il posto, inorriditi dalla presenza del maniaco. Non sono serviti i ripetuti richiami della proprietaria, aiutata dal fratello, a far smettere il 44enne, che allungando continuamente l’occhio verso i bambini della spiaggia, continuava a toccarsi. Nemmeno la vista dei carabinieri è servita, inizialmente, a fermarlo.

Subito dopo l’arresto e il trasferimento in caserma a Peschiera, è scattata la direttissima in Tribunale: “Per me è un comportamento assolutamente normale. Quando vedo i bambini non riesco a resistere”. Ad arresto convalidato, il giudice ha disposto il divieto di presenza su tutto il litorale Gardesano. Il processo verrà effettuato in differita. Il 44enne ha già fatto ritorno in Svizzera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tocca davanti ai bimbi in spiaggia, arrestato

VeronaSera è in caricamento