Si prende gli aiuti per la cig e poi paga i dipendenti in nero

E.S., 35enne amministratore di una ditta di Vigasio, denunciato per truffa con tre suoi lavoratori

Si prende gli aiuti per la cig e poi paga i dipendenti in nero
Per la Regione quella azienda di Vigasio attiva nel settore della carpenteria metallica era in stato di crisi e aveva messo i suoi dipendenti in cassa integrazione. Giustamente, quindi, elargiva al titolare della ditta, E.S., 35enne, circa 900 euro al mese per i due suoi lavoratori inattivi.

Peccato che l'attività in questa azienda non si sia mai fermata e che i due dipendenti si recassero ogni giorno al lavoro. Pagati in nero. La truffa era lineare: l'amministratore comunicava all'Inps le ore di mancata attività dei lavoratori, l'istituto previdenziale inviava a sua volta la richiesta alla Regione che recapitava gli aiuti economici. Tutto questo per oltre un anno. Più di dodici mesi in cui si lavorava a porte chiuse e si recepivano illegalmente soldi pubblici. Tre dipendenti dell'azienda e l'amministratore sono stati della società sono stati denunciati per il reato di truffa aggravata.

Per lo stesso reato è stato denunciato un giovane dipendente di un ristorante di Villafranca che continuava a percepire la retribuzione mensile dell'Inps nonostante risultasse in malattia dallo scorso aprile. Oltretutto il ventottenne, F. R., evidentemente sano, aveva avviato la gestione di un bar.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento