Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

Shopping senza tregua in centro a Verona. In migliaia per i saldi anticipati

Come riporta L'Arena, i commercianti si sono fatti furbi e comunicano gli sconti via sms, così da aggirare i controlli e bruciare la concorrenza

Prima il Natale, poi i saldi. Non c'è un attimo di respiro per i commercianti del centro di Verona, impegnati con i regali da mettere sotto l'albero, in seguito con i cambi per la merce che magari non ha la giusta taglia per chi l'ha ricevuta, e dal 5 gennaio si partirà con i saldi. Anche se c'è chi non aspetta e mette già in vetrina l'annuncio di offerte promozionali o ribassi.

Fonte della notizia è il quotidiano L'Arena, dove si legge che spesso i negozianti applicano sconti particolari ma solo ai clienti più fedeli, avvisandoli con dei messaggi sul cellulare o via e-mail. Uno stratagemma sempre più utilizzato, anche perché di difficile individuazione. È quasi impossibile infatti controllare questo genere di comunicazioni degli esercenti, che così bruciano la concorrenza anticipando di fatto l'inizio dei saldi.

Dunque lo shopping non conosce soste e i negozi sono pieni. Non tutti comprano, ma il lavoro non manca a commessi e commesse, costretti a lavorare anche nei giorni di festa. Cosa che non fa certo piacere ai sindacati che il 26 dicembre scorso hanno organizzato uno sciopero dei lavoratori della Grande Mela, come scritto nei giorni scorsi. Protesta che ha avuto un eco anche in centro a Verona dove hanno incrociato le braccia 40 commesse della Coin. La richiesta dei lavoratori è semplice, non lavorare nei giorni festivi. Una richiesta che però si scontra con i visitatori che a migliaia affollano il centro per fare degli acquisti nei negozi oppure nei mercatini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shopping senza tregua in centro a Verona. In migliaia per i saldi anticipati

VeronaSera è in caricamento