rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Shock a San Massimo, 60enne preso a martellate

L'aggressore stato fermato poco lontano dai giardini di via Pole. Mistero sul movente

È stato arrestato subito dai poliziotti delle volanti, il cittadino albanese che ieri sera, nei pressi dei giardini del quartiere San Massimo di via Pole, ha aggredito a martellate un 60enne veronese. L’accusa, pesantissima, è di tentato omicidio per ragioni ancora sconosciute. La chiamata alla questura è arrivata alle 19e30 da alcuni cittadini che avevano ritrovato la vittima riversa sull’asfalto in un lago di sangue. All’arrivo degli agenti il 60enne era ancora cosciente ma in stato di shock, e riportava gravi ferite alla testa, nella parte superiore del cranio. Immediata poi la chiamata alle ambulanze di Verona Emergenza che hanno trasportato il ferito all’ospedale di borgo Trento, dove è ricoverato nel reparto rianimazione in prognosi riservata. Nel frattempo gli agenti si erano messi alle calcagna dell’aggressore. Ha fatto pochi metri, una trentina dal luogo del reato, quando è stato arrestato e condotto in questura. L’arma del delitto, un martello di grandi dimensioni, è stato rinvenuto poco distante.

Un primo interrogatorio in lungadige Galtarossa è servito a tracciare un profilo superficiale dell’albanese: restano tuttora sconosciute le cause che l’hanno portato a commettere un simile gesto in un luogo pubblico e a quell’ora della serata. L’aggressore, incensurato e con regolare permesso di soggiorno, era ancora in stato di shock, ma dopo pochi minuti ha confessato tutto. Ora si attende la convalida dell’arresto e gli accertamenti riguardo il movente.


Non abbiamo ancora indizi che ci possano aiutare nel capire perché si è scagliato addosso a un 60enne inerme- precisa il dirigente delle Volanti, Massimo Castellani-. A quanto ci risulta i due non avevano nessun legame, nessun conto in sospeso. Da ieri stiamo indagando sulla personalità dell’albanese, per sapere se viveva in particolari condizioni di disagio o se l’eventuale situazione famigliare poteva incidere nelle sue scelte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shock a San Massimo, 60enne preso a martellate

VeronaSera è in caricamento