rotate-mobile
Cronaca Lungadige Catena

Nuovo insediamento abusivo sgomberato dalla polizia, Polato: "Monitoraggio costante"

L'ennesimo alloggio abusivo sgomberato dalla municipale era situato in zona ponte Catena: sono stati riempiti ben sette motocarri di materiale durante l'operazione di pulizia dell'area

Questa mattina la polizia municipale ha effettuato uno sgombero in lungadige Catena, nella zona della pista ciclabile che corre lungo l'argine fino alla diga del Chievo, dove era stata segnalata una baracca costruita tra la vegetazione. Gli operatori di Amia hanno smantellato l’alloggio abusivo e avviato allo smaltimento tutti i rifiuti rimossi, tra cui cassette in plastica, bottiglie e materiali di recupero, in quantità tale da riempire sette motocarri.

Sgombero insediamenti abusivi ponte Catena

Gli agenti hanno accertato la presenza di un ricovero abusivo molto strutturato, costruito utilizzando materiali di recupero quali teli, pali, assi in legno; visibili segni della presenza di persone ma, al momento dello sgombero, non c’era nessun occupante. 
L'intervento è scaturito a seguito di una segnalazione giunta ai vigili di quartiere da parte di residenti e frequentatori della zona verde.

La Polizia municipale invita tutti i cittadini a segnalare tempestivamente occupazioni abusive e andirivieni sospetti, anche utilizzando indirizzo di posta elettronica polizia.municipale@comune.verona.it.

Il commento dell'Ass. alla Sicurezza Polato

“Chi pensa di accasarsi abusivamente a Verona non ha vita facile”, ha detto l’assessore alla Sicurezza, Daniele Polato. “Lo smantellamento di oggi è stato effettuato dopo la segnalazione dei cittadini, a dimostrazione che gli agenti della Polizia Municipale sono costantemente impegnati nelle azioni di bonifica del territorio. Monitoraggio costante e collaborazione con i residenti sono gli strumenti che ci permettono di avere un controllo sempre più capillare dei nostri quartieri”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo insediamento abusivo sgomberato dalla polizia, Polato: "Monitoraggio costante"

VeronaSera è in caricamento