menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Occupazione abusiva al circolo Enel di via Basso Acquar. Sei i fermati

Nuova operazione di sgombero eseguita dalla polizia municipale di Verona. Tra i fermati, uno è minorenne e tra gli altri solo in due avevano dei documenti d'identità

Nuova operazione di sgombero effettuata questa mattina, 17 agosto, poco dopo le 7, dalla polizia municipale di Verona, nello stabile del circolo Enel di via Basso Acquar. Il risultato dell'operazione, che ha portato al fermo di sei persone tra cui un minorenne, è stato illustrato nella sede della municipale, dall'assessore alla sicurezza Daniele Polato insieme al comandante dei vigili Luigi Altamura e al vicecomandante Lorenzo Grella.

Resta costante l'attività operata dalla polizia municipale nell'ambito del controllo e della sicurezza del territorio - ha precisato l'assessore Polato - un intenso impegno di pattugliamento quotidiano che, in questi primi mesi di mandato amministrativo, ha portato al concretizzarsi di numerose operazioni, con una media di circa 20 interventi effettuati per notte. Tra i controlli delle ultime ore è di particolare rilievo la verifica effettuata al circolo Enel di via Basso Acquar, che ha portato all'individuazione di sei persone, cinque uomini di nazionalità marocchina, tra cui un minorenne di 17 anni, ed una donna italiana di età compresa tra 25 e 30 anni. Nessun legame di parentela sussiste tra il minorenne e gli altri soggetti fermati.

Durante l'intervento era presente un delegato della proprietà che ha presentato denuncia per occupazione abusiva. Gli agenti della municipale impiegati sono stati dieci e con loro sono intervenuti gli uomini di Amia per pulire il sito.

Durante le verifiche effettuate all'interno dell’immobile sono stati recuperati dagli agenti una pinza, una tronchesi e alcuni arnesi da scasso dei quali non è stato però possibile attribuire la proprietà - ha aggiunto il comandante Altamura - Tutte le persone sono state accompagnate al comando di via del Pontiere per accertamenti sull'identità ed eventuali pendenze, visto che solo due dei sei fermati sono stati trovati in possesso di documenti personali. Il giovane, di circa 17 anni, è stato sottoposto ad accertamenti radiologici che ne hanno confermato la minore età. I tecnici delegati dalla proprietà predisporranno la chiusura degli accessi e la polizia municipale effettuerà alcuni controlli nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento