Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

Sfonda con un bidone la vetrina di via Mazzini per prendere delle sigarette

Il gesto naturalmente non è passato inosservato e i testimoni hanno subito avvisato il 113, mettendo le forze dell'ordine sulle tracce dell'individuo, fermato poi in corsa Sant'Anastasia

Quando i militari che presidiano la Sinagoga di Verona e gli agenti della Squadra Volanti lo hanno fermato in Corso Sant'Anastasia, non ha potuto negare le proprie responsabilità, vista la mano insanguinata e i pacchetti di sigarette che gli sono stati trovati addosso. 

Erano da poco passate le 22 di giovedì sera quando R.G., italiano incensurato del '76, ha deciso di sfondare la vetrina della tabaccheria Venturella di via Mazzini con un bidone di ferro e di prendere quei 10 pacchetti di Lucky Strike che erano presenti in vetrina. In pieno centro storico però il suo gesto non poteva passare inosservato, così i testimoni dell'accaduto hanno immediatamente avvisato il 113. R.G. nel frattempo si è incamminato a piedi verso piazza delle Erbe, seguito da alcuni cittadini, per essere fermato poi sulla strada che conduce alla chiesa di Sant'Anastasia. Ai poliziotti ha ammesso di aver spaccato lui la vetrina, ferendosi anche ad una mano. 
Nella mattinata di venerdì quindi, R.G. è stato accompagnato davanti al giudice, che ne ha convalidato l'arresto per furto aggravato, condannandolo poi ad una pena di 4 mesi, poi sospesa, con una multa di 200 euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda con un bidone la vetrina di via Mazzini per prendere delle sigarette

VeronaSera è in caricamento